Leicester campione: la favola ha il suo lieto fine

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui

Leicester-City-fans-display-a-celebratory-banner
Leicester campione della Premier League. Ore 22.45: è il triplice fischio di Chelsea-Tottenham, terminata 2-2. Da questo momento il sogno tanto atteso di una città a 200 chilometri da Londra è diventato realtà: Leicester Campione d’Inghilterra, è il primo titolo della sua lunga storia. Il finale più giusto ed il più adatto che merita a tutti i costi di entrare negli annali del calcio. Non esiste appassionato di calcio, tifoso di squadra inglese o non, che non debba riconoscere le qualità straordinarie di questo piccolo ma grande club, semisconosciuto sino allo scorso settembre, e del suo valoroso tecnico, l’italiano Claudio Ranieri, che il 13 luglio 2015 ha accettato una scommessa, quella di salvare i Foxes. Ma per King Claudio questo non bastava: vuole qualcosa di più. Non la qualificazione in Europa, che sarebbe già stato un risultato eccezionale, ma la vittoria della Premier. Una ipotesi azzardata, quasi impossibile ad inizio anno, ma che oggi si è concretizzata. E la scommessa di cui vi abbiamo citato è stata vinta e stravinta.

Leicester campione dopo 132 anni

Uno scudetto atteso dalla gente di Leicester per ben 132 anni, reso possibile da calciatori semisconosciuti ma di qualità: su tutti Jamie Vardy (terzo miglior capocannoniere della stagione con 22 gol) e Riyad Mahrez, giovane algerino non considerato da nessun Top Club, ma che nella squadra di Ranieri ha trovato la sua consacrazione sino ad essere nominato miglior calciatore della stagione. Assieme ad essi, un gruppo di calciatori sulla carta scadenti ma che hanno lottato in ogni centimetro di campo a loro disposizione disputando un campionato eccezionale.Nel corso della stagione, partita dopo partita, i Foxes hanno acquisito sempre più forza anche grazie al sostegno dei tifosi della città inglese e da ogni parte del mondo. Tra le imprese di questa storica stagione, il Leicester City ha battuto squadre di primissimo livello, come il Chelsea dell’allora tecnico Mourinho, Manchester United, Liverpool e Tottenham.

Leicester campione: una vittoria costruita lentamente

La distanza dagli inseguitori è diventata pian piano irrimediabile, tanto da consentire a Ranieri di oltrepassare la bandiera a scacchi lentamente, come un maratoneta che ha seminato tutti i contendenti. Un elogio a tutta la squadra ed al tecnico romano, che ai tempi del Chelsea venne soprannominato Tinkerman, l’eterno secondo a volte imbranato (a causa delle sue incertezze nel dare la formazione). Ma questa stagione ha realizzato sul campo un’impresa. L’impresa più bella ed emozionante della storia del calcio mondiale. Leicester campione: stavolta è tutto vero.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: