Leicester Campione, Vardy: “E’ incredibile, non ci sono parole”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

leicester, vardy e ranieri
Leicester Campione d’Inghilterra 2015-16: e Vardy, il bomber-operaio, stenta a crederci.

Jamie Vardy fatica a trattenere la sua emozione e incredulità per quello che lui e i suoi compagni di squadra sono riusciti a fare: Leicester Campione della Premier League inglese per la prima volta in 132 anni di storia, un anno dopo essersi salvati a malapena dalla retrocessione in Championship.
Un cammino pazzesco coronato anche dalle 22 reti in 34 partite disputate dal bomber, prima sconosciuto ai più, oggi amato e ammirato da tutti. Vardy rappresenta l’emblema dell’attaccante d’altri tempi, del ragazzo che grazie alla sua voglia e determinazione ha regalato, insieme a tutti i suoi compagni di squadra, un sogno indimenticabile a una cittadina di 250.000 abitanti.
Da oggi, Leicester guarda tutte le altre squadre dall’alto in basso: non ci sono sceicchi, paperoni, squadre da fatturati immensi che tengano. L’umiltà, l’organizzazione e il duro lavoro hanno vinto sui soldi, sugli ingaggi faraonici, sugli sponsor.

Quella del Leicester è stata una storia che ha appassionato come poche altre i tifosi di tutto il mondo: tutti uniti nel sostenere il sogno di questa piccola squadra, esclusa fin dall’inizio da qualsiasi discorso Scudetto e anzi destinata, secondo i bookmakers, a una stagione anonima da medio-bassa classifica. Eppure i ragazzi di Claudio Ranieri, il mister romano che ha compiuto la più grande impresa della sua carriera, sono riusciti a infliggere distacchi come 7 punti al Tottenham, 10 all’Arsenal, 13 al Manchester City, 22 al Liverpool e 29 al Chelsea. Il tutto con una squadra, dati alla mano, dal valore di mercato complessivo di 127 milioni, la dodicesima in Inghilterra contro i 501 del Manchester City, i 495 del Chelsea, i 440 dell’Arsenal e via dicendo.

E Vardy, all’indomani del pareggio del Tottenham sul campo del Chelsea che ha fatto laureare il Leicester Campione con due giornate d’anticipo, ha affidato ai social network la sua emozione: “Non esistono parole sensate per descrivere tutto ciò, è una sensazione incredibile, non ho mai provato nulla del genere. La scorsa stagione lottavamo per salvarci, sabato alzeremo il trofeo davanti ai nostri tifosi. Questo dà la misura e il giusto merito per quanto abbiamo lavorato, dal singolo giocatore a ogni membro dello staff. E’ il successo più incredibile nella storia del club e non solo: ci sentiamo tutti privilegiati a farne parte“.

  •   
  •  
  •  
  •