Scroll to Top
HOT

Manchester United: Giggs lascia, finisce una storia d’amore lunga 29 anni, ufficiale Mikhitaryan per Mourinho

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

manchester unitedRyan Giggs, il giocatore gallese più forte della storia, lascia il Manchester United, con un anno d’anticipo rispetto alla scadenza naturale con i Red Devils. Giggs non farà parte dello staff di Josè Mourinho, nuovo manager del Manchester United, troppo forti le due personalità per coesistere nello spogliatoio dei Red Devils. Dopo Sir Alex Ferguson un altro grande pezzo di storia recente del Manchester United lascia Old Trafford. La notizia era nell’aria da settimane, dopo la separazione con Louis Van Gaal, e adesso è ufficiale. Giggs arrivò al Manchester United a 14 anni, nell’Academy, e nel novembre del 1990, a 17, entrò in prima squadra. Il 2 marzo 1991, contro l’Everton, il debutto nel massimo campionato inglese. Nella sua bacheca ci sono 13 campionati vinti, due Champions League, quattro FA Cup e quattro Coppe di Lega, un palmares che lo ha reso il calciatore britannico più vincente di sempre. Nel 2013 cominciò la carriera di allenatore al Manchester United come vice al fianco di David Moyes, prendendo il controllo della squadra nelle ultime quattro gare della stagione dopo le dimissioni dell’allenatore. Dal 2014 fino al termine di questo campionato è stato assistente di Van Gaal. Giggs da giocatore ha fatto parte dei Fergie Babes, quella nidiata di giocatori che anno fatto le fortune del Manchester United negli anni ’90, con lui c’erano, tra gli altri, i fratelli Neville,Beckham e Scholes. Giggs è stato uno dei giocatori di fascia più forti e fantasiosi del dopo guerra, di un’intelligenza calcistica fuori dal comune che gli permesso di giocare fino a 40 anni, interpretando al meglio anche il ruolo di centrocampista centrale affidatogli da Ferguson.

Manchester United: dopo Ibra arriva anche Mkhiraryan

Dopo Zlatan Ibrahimovic, il Manchester United mette a segno un altro importante colpo di mercato: Henrikh Mkhitaryan. A darne l’ufficialità attraverso il proprio profilo Twitter è il Borussia Dortmund, che ha chiuso l’affare con i Red Devils per 31,5 milioni di euro. Il CEO del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha dichiarato: “Il Manchester United ci ha fatto un’offerta davvero interessante. Se avessimo rifiutato, avremmo perso il giocatore a parametro zero nel 2017. La nostra è stata una scelta obbligata”. Mkhitaryan era un obiettivo di mercato per la Juventus, ma il Manchester United ha bruciato la concorrenza portando a Old Trafford il fantasista armeno, fortemente voluto da Mourinho.

  •   
  •  
  •  
  •