Premier League, Mazzarri già nella bufera: i suoi giocatori lo accusano

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

Mazzarri Inter

Non convincono le prime mosse di Mazzarri al Watford.
La notizia riportata dall’edizione online del Guardian, riguarda l’inizio del ritiro della squadra di proprietà dei Pozzo. Walter Mazzarri ha scelto come meta un hotel di St. Albans, nell’Hertfordshire, 35 km a nord di Londra. Il Sopwell House non ha riscosso molti consensi, soprattutto da parte dei più giovani calciatori del team.
Jerome Sinclair, uno dei nuovi acquisti del team, ex Liverpool ha parlato al Guardian, non in termini entusiastici della decisione del tecnico: “Siamo in un hotel, andando avanti e indietro dal campo” “Siamo qui tutti insieme ma io non ho un appartamento qui perciò non fa’ molto differenza, per alcuni degli altri calciatori può non essere positivo ma va bene”.
Sinclair si mostra più benevolo, quando si parla dei problemi di lingua del tecnico toscano: ” E’ molto chiaro quando deve trasmettere le sue idee e i giocatori le stanno apprendendo. Non è un grosso problema. C’è un intero team che lo aiuta, se necessario ,per quanto riguarda la comunicazione sul campo”. Successivamente, quasi a smussare le polemiche, l’attaccante, nativo di Birmingham e membro dell’Under 17 inglese, loda l’interazione creatasi col “coach”.
Walter Mazzarri era stato criticato per il suo scarso livello di lingua inglese, come si nota in questo video: Mazzarri saluta i tifosi del Watford
L’allenatore di San Vincenzo, noto per le salvezze con la Reggina in Serie A (famosa quella del 2006-2007 con 15 punti di penalizzazione) e l’exploit con la Sampdoria, giunta in Coppa Uefa e finalista di Coppa Italia, ha allenato recentemente il Napoli e l’Inter. In particolare, col club partenopeo, ha strappato la Coppa Italia alla Juventus di Conte nella stagione 2011-2012 e ha portato la squadra del Golfo al terzo posto, cosa che non succedeva da 18 anni. Successivamente ha vissuto alcuni anni a Milano con l’Inter. Nel 2013 raggiunge l’Europa League ma la stagione successiva arriva l’esonero. I risultati mediocri, oltre il gioco mai dato alla squadra, lo condannano a lasciare la panchina dopo soltanto 11 giornate.
Ora questa nuova sfida in Premier, che sa di rivincita ma è cominciata con auspici non esaltanti.
Mazzarri è chiamato a continuare l’ottimo lavoro fatto dall’ex tecnico Quique Sánchez Flores. Nella stagione scorsa, infatti, il Watford ha ottenuto la salvezza in maniera abbastanza comoda, posizionandosi al tredicesimo posto. In più ha raggiunto la semi-finale di FA Cup, sconfitto dal Crystal Palace. Il tecnico spagnolo ha lasciato la panchina, in accordo con la famiglia Pozzo, proprietaria dal Luglio 2012 del club inglese.Flores, addio al Watford La decisione, a suo tempo,è stata criticata da più parti, vista la grande stagione di Flores. Sembrava a tutti una scelta discutibile, privarsi di un allenatore con grandi doti umane ma tant’è… La dirigenza, in seguito, ha affidato le redini del team al 54enne ex interista per tre anni.
Il Watford giocherà la sua prima partita di Premier League con il Southampton, orfano di Pellé, il 13 Agosto. La risposta più che alle gaffe o alle schermaglie, passerà al campo e al calcio giocato. Non è da escludere, infatti, una buona prova di Mazzarri, visto il suo passato nelle squadre piccole o di media fascia che ha sempre esaltato.

  •   
  •  
  •  
  •