Premier, buona la seconda per Conte

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

watford chelsea
Altra partita, altra vittoria per Antonio Conte ed il suo Chelsea. Come accaduto già nella prima partita di Premier League, è arrivata una vittoria quasi allo scadere, per altro con il medesimo risultato di 2-1.

I Blues hanno dimostrato carattere e voglia di riprendere la partita, tant’è che Batshuayi avrebbe avuto l’occasione di fissare il punteggio finale anche sull’ 1 a 3. Proprio come nel derby dello scorso “Monday night” contro il West Ham, il “Man of the match” è stato lo spagnolo Diego Costa.

Sì, proprio lui, l’attaccante che era in procinto di lasciare il club londinese per riaccasarsi con quell’Atletico Madrid che lo ha reso il giocatore che è adesso. Diego Costa, con la cura Conte è rinato sotto il profilo agonistico, mentre si vede che ancora deve migliorare a livello psicologico., ma tutto passa poi in secondo piano se hai in panchina un allenatore focoso come Antonio Conte, che fa della sua passionalità l’arma in più.

Il manager leccese (adesso ci dovremo abituare a chiamarlo così) si è imposto sul suo acerrimo rivale italiano Walter Mazzarri, che ai tempi di Napoli ed Inter non ha mai nascosto di essere stato lui il vero inventore del fantomatico 3-5-2 che ha regalato a Conte così tanti successi. Nonostante l’amara sconfitta e il solo punto messo in cascina nelle prime due di campionato, Mazzarri può consolarsi con le due ottime prove dimostrate sin ora dalla sua squadra, che ha messo in campo tutto quello che aveva e dimostrando inoltre di aver bene intoiettato tutti quei paradigmi tattici, tipici del calcio italico, meno di quello britannico.

Chelsea quindi che mantiene il passo delle due squadre di Manchester e Conte può dirsi già soddisfatto, per non essere dopo due settimane, già costretto a rimanere in scia dei suoi avversari, Pep e Mou, osannati dalla stampa inglese con maggiore enfasi di quanto non abbiano fatto con lui. Insomma, se in Premier molti erano convintissimi di una lotta serrata a due, bhè, ancora una volta Conte sta smentendo tutti, proprio come accaduto questa estate agli europei francesi.

Nel pomeriggio però, hanno giocato anche Tottenham e Liverpool, altre due “big” che proprio come il Chelsea sono alla caccia ad un posto nell’Europa che conta. Vittoria per 1-0 al fotofinish per la squadra del nord di Londra, che sbriga la pratica Crystal Palace grazie ad una rete del neo acquisto Wanyama.

Per Klopp e la sua banda è arrivata una amara sconfitta per 2-0 in casa del neopromosso Burnley, non certo una super potenza del calcio inglese. Ci si aspettava una riconferma dopo il 4-3 rifilato all’Arsenal nel match inaugurale, mentre ancora una volta l’allenatore tedesco ha dimostrato di soffrire tremendamente le squadre fisiche e ben organizzate. e sarà proprio il Burnley la prossima avversaria in programma contro il Chelsea, a Stamford Bridge e chissà che Conte non possa già metter in fila un bel filotto per cominciare ad entrare nelle menti di Guardiola e Mourinho, ma soprattutto nei cuori dei suoi nuovi tifosi, che già intravedono in lui l’uomo chiave della rinascita.

  •   
  •  
  •  
  •