Stoke City- Manchester City: vince Guardiola, Manchester al comando, cronaca e tabellino

Pubblicato il autore: lorenzo muffato Segui

calciomercato manchester city

Dopo la vittoria dei cugini del Manchester United firmata Zlatan Ibrahimovic, la compagine di Pep Guardiola si trova ospite al ventoso stadio Bet 365 davanti a 27’455 spettatori. I ragazzi di Manchester espugnano lo Stoke-on-trent che nonostante il risultato finale di 1-4 non passano un pomeriggio tranquillo.

Formazioni Ufficiali:
Stoke City, 4-3-3: Given; Pieters, Wollsheid, Shawcross, Bardsley; Imbula, Whelan, Allen; Arnautovic, Diuf, Bojan Krkic.
A disposizione:  Adam, Cameron, Crouch, Haugaard, Muniesa, Sobhi, Walters.
All: Mark Hughes
Manchester City, 4-2-3-1: Caballero; Zabaleta, Stones, Otamendi, Kolarov; Fernandinho, Silva; De Bruyne, Navas, Sterling; Aguero.
A disposizione: Hart; Clichy, Delph, Iheanacho, Maffeo, Nolito, Fernando.
All: Pep Guardiola

Primo tempo:
Comincia la partita all’ex Brittannia Stadium, ha dare il via alla sfida è Mike Dean, arbitro quarantanovenne che non ha un buon feeling con il popolo di  Stoke-on-Trent, ogni decisione contraria ai biancorossi viene fischiata in maniera asfissiante dal pubblico di casa che non ha un trascorso felice con questo arbitro. Si comincia, subito pericolo il Man City dopo sei minuti scappa Aguero sulla destra che entra in area, mette un pallone per Sterling ma la palla per l’esterno inglese non è precisa, lo stesso Sterling quattro minuti più tardi prova un destro al giro da fuori area che esce di poco alle spalle di Given. Al ventesimo si fa sotto lo Stoke con Otamendi che blocca una bella trama tra Bojan e Allan (il migliore dei suoi), si capovolge il fronte e il Man City dopo aver fatto scivolare il pallone sul perimetro dell’area si libera Sterling che prova a beffare l’esperto Given con un colpo da biliardo, attento l’estremo difensore però. 26′ sul cronometro, dagli sviluppi del corner Mike Dean fischia un rigore giusto su ingenuità di Shawcross che trattiene Otamendi per la maglia, un fallo sciocco che viene punito con un penalty che Aguero non sbaglia, 0-1. Fin qui il peggiore in campo per i padroni di casa è senza ombra di dubbio Imbula che perde una sostanziale dose di palloni con grande ingenuità. Punizione per il Man City dalla trequarti: gran palla dentro di De Bruyne, pesca Aguero che si fa spazio prendendo il tempo su Wollsheid e Welan, coordinazione, stacco e avvitamento, gran gol dell’argentino, 0-2. Lo Stoke non demorde e su traversone di Arnautovic a scavalcare la difesa pesca Barsley, destro al volo, gran risposta di Cavallero, sulla respinta si avventa Allen che viene atterrato bruscamente da Kolarov, Dean non vede e si continua a giocare tra i fischi assordanti del pubblico di casa. Si conclude il primo tempo con un risultato che non ha pienamente rispecchiato quello che abbiamo visto.

Secondo Tempo:
Parte la seconda ripresa con il vento che aumenta in una delle piazze più ventose di Inghilterra. Passano appena tre minuti e Mike Dean concede un gentile omaggio alla squadra di casa fischiando un rigore inesistente su Shawcross, confermando la sua serietà, fin qui due rigori e quattro gialli (saranno sei a fine partita), sul dischetto si presenta Bojan che non sbaglia, 2-1. La partita viene giocata a ritmi alti ma senza troppe emozioni, il vento fa da protagonista. Lo Stoke con il favore del vento prova dei lanci a scavalcare la difesa della squadra di Manchester. Al minuto 68′ cambio tutto spagnolo con Guardiola che richiama in panchina Jesus Navas per il numero nove, Nolito, quattro minuti più tardi cambia anche Mark Hughes: esce Imbula (il peggiore fin qui) per Walters cercando un maggior peso offensivo. Al 77′ buona azione del Manchester City con i vari Sterling, Aguero e De Bruyne che non trovano la conclusione, si difende bene lo Stoke. Al minuto 83′ esce Aguero per far spazio a Iheanacho, proprio il nigeriano due minuti più tardi chiude un triangolo con Silva, entra in area, salta Given ma perde il tempo per gonfiare la rete, così alza la testa e con intelligenza mette un pallone rasoterra che taglia l’area e arriva sui piedi di Nolito che non sbaglia, 1-3 e partita chiusa per i Citizen. Continuano i cambi: esce De Bruyne per Delph, per lo Stoke esce Arnautovic per Sobhi. Prova Bojan nei minuti di recupero, destro parato con semplicità da Cavallero. Arriva anche l’1-4 con Nolito che firma la doppietta grazie ad un generoso Sterling, fischia la fine Mike Dean.

TABELLINO:
-26′ Cartellino Giallo, Shawcross (Stoke City)
-27′ Gol, Aguero (Manchester City)
-36′ Gol, Aguero (Manchester City)
-48′ S.t. Cartellino Giallo, Zabaleta (Manchester City)
-49 S.t Cartellino Giallo, Sterling (Manchester City)
-49′ S.t. Gol, Bojan (Stoke City)
-66′ S.t.  Cartellino Giallo, De Bruyne (Manchester City)
-69′ S.t Cambio, esce Navas entra Nolito (Manchester City)
-71′ S.t. Cartellino Giallo, Allen (Stoke City)
-72 S.t Cambio, esce Imbula entra Walters (Stoke City)
-83 S.t Cambio, esce Aguero entra Iheanacho (Manchester City)
-86 S.t. Gol, Nolito (Manchester City)
-89 S.t. Cambio, esce De Bruyne entra Delph (Manchester City)
-89 S.t. Cambio, esce Arnautovic entra Sobhi (Stoke City)
-93 S.t. Cartellino Giallo, Stones (Manchester City)
-95 S.t. Gol, Nolito (Manchester City).

  •   
  •  
  •  
  •