Caso Allardyce: tangenti ai tecnici in Inghilterra, la Premier League trema

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
allardyce

Sam Allardyce

Caso Allardyce: la pietra lanciata dal Daily Telegraph nello stagno della Premier League potrebbe generare un vero e proprio putiferio. La trappola che mi è stata tesa è stata vincente. Lo devo accettare. Stavo cercando di aiutare qualcuno che conoscevo da 30 anni: è stato un errore”,queste le prime parole dell’ormai ex c.t. inglese rilasciate alla stampa britannica all’indomani del suo esonero. “E’ stato un errore di giudizio da parte mia“, sta tutta in queste parole l’amarezza di Allardyce per aver perso l’occasione della vita. Il Daily Telegraph ha smascherato Allardyce, che durante il video ripreso dai falsi uomini d’affari medio-orientali, si era detto disponibile ad entrare in un affare da 400mila sterline. Intercettato dai cronisti inglesi fuori dalla sua casa, a Bolton, Allardyce ha parlato così del suo esonero:“L’accordo con la FA è stato trovato in maniera amichevole, mi sono scusato con la federazione e con tutti quelli colpiti dalla spiacevole situazione in cui mi sono cacciato. Ho un accordo di riservatezza e non posso rispondere ad altro, voglio solo andare via e riflettere. Ma prima voglio fare un grosso in bocca al lupo a Gareth e a tutta la nazionale inglese: auguro loro il meglio”.
Le rivelazioni del Daily Telegraph non si fermano qui, sarebbero ben otto i manager della Premier League che avrebbero ricevuto delle tangenti milionarie nell’ambito dei trasferimenti dei calciatori. Il caso Allardyce rischia dunque di allargarsi a macchia d’olio e coinvolgere personaggi in vista della Premier League, davvero una brutta figura per il football di Sua Maestà.

Caso Allardyce, anche Van Gaal candidato per la panchina inglese

Dopo l’esonero di Allardyce la Football Association ha affidato la panchina dell’Inghilterra pro tempore a Gareth Southgate, per le prossime quattro partite valide per le qualificazioni a Russia 2018. Ma nel frattempo la federazione inglese si è messa già in moto per cercare il sostituto di Allardyce, un nome di prestigio per cercare di far dimenticare l’ennesima figuraccia del calcio inglese. Tra i candidati per il ruolo di manager c’è sempre il nome di Roberto Mancini, stimatissimo dalla FA, e buon conoscitore della Premier League. Oltre a Mancini è trapelato il nome di Louis Van Gaal, anche se l’olandese non ha entusiasmato nella sua esperienza al Manchester United. Come successore di Allardyce c’è anche il nome di Laurent Blanc, ex c.t. della Francia, esonerato a giugno dal Paris Saimt Germain. La federazione inglese si è concessa un po’ di tempo per trovare il nome giusto del dopo Allardyce, a meno che Southgate non convinca i vertici federali a puntare su di lui anche per il lungo periodo, God save the english football.

  •   
  •  
  •  
  •