Crisi Chelsea: Conte sotto accusa, è già a meno 8 da Guardiola

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
conte

Antonio Conte

Conte è già sul banco degli imputati in casa Chelsea, dopo sei giornate di campionato i Blues sono già distanti 8 punti dal Manchester City di Pep Guardiola, primo a punteggio pieno. Un punto nelle ultime tre partite, tre gol fatti e ben sette subiti, un ruolino preoccupante per un Chelsea che aveva cominciato bene la stagione con tre vittorie consecutive. Di fronte ai primi avversari di livello la squadra di Conte si è sciolta come neve al sole e ora l’ex c.t. azzurro è già con le spalle al muro. Sconcertante la prestazione dell’Emirates Stadium contro l’Arsenal di Arsene Wenger, i Gunners hanno dominato dal primo all’ultimo minuto, approfittando anche delle solite amnesie dei Blues in difesa. E’ proprio questo il reparto sotto accusa, Cahill si è reso protagonista dell’ennesimo errore grossolano che ha spalancato la porta a Sanchez in occasione del primo gol. Neanche il ritorno di David Luiz è servito a puntellare la difesa di Conte, in balia dei veloci attaccanti di Wenger, che hanno fatto il bello e il cattivo tempo dalle parti di Courtois. In estate Conte ha cercato in tutti modi di prendere un difensore di livello, ma alla fine si è dovuto accontentare di David Luiz, che non è certo una sicurezza. Amaro anche il ritorno di Fabregas in quello che è stato il suo stadio per tanti anni, anche il centrocampista spagnolo è rimasto travolto nel disastro Blues.

Conte:” Dobbiamo essere forti sul campo, non solo sulla carta”

Scurissimo Antonio Conte nel dopo partita di Arsenal-Chelsea:Abbiamo giocato molto male, cattiva la prestazione, cattivo il risultato, cattivo tutto”. L’allenatore dei Blues non risparmia nessuno nella sua analisi:” Siamo una squadra forte, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo, nel calcio non basta essere forti sulla carta. Sulle voci di un Abramovich insofferente Conte risponde così:” Il calcio è strano, contano solo i risultati, io sono molto sereno, posso solo lavorare al massimo delle mie possibilità per far rendere al meglio i giocatori”. E’ chiaro che il prossimo impegno di campionato del Chelsea, in trasferta contro l’Hull City, diventa il primo snodo fondamentale della stagione dei Blues. I tre punti saranno d’obbligo per Conte, altrimenti Abramovich potrebbe cominciare ad avere seri dubbi sull’allenatore italiano e sul suo faraonico contratto.

  •   
  •  
  •  
  •