Pogba alla Mascherano? Ecco la folle idea di Mou!

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Cessione PogbaIl ritorno di Pogba in quel di Manchester non è stato di certo entusiasmante, l’ex Juve, come tutta la rosa dei Red Devils, sta faticando davvero tanto. Le prestazioni non stanno ripagando l’esborso economico del club inglese e il giocatore francese sembra incapace di trovare le chiavi del centrocampo United, quasi un elemento estraneo. Nonostante questo, la dirigenza, i tifosi e, soprattutto, l’allenatore credono pienamente nella bontà dell’operazione: le parole al miele si sprecano e i supporter continuano a comprare le magliette di Pogba confidando in una sua imminente esplosione.
I risultati non arrivano e la sconfitta contro il Chelsea di Conte ha lasciato il segno, Mourinho prova a alleggerire la pressione, ma l’aria che si respira nella sponda rossa di Manchester pare davvero pesante. Il portoghese potrebbe pensare a qualche mossa a sorpresa per invertire questo pessimo andamento, e se la soluzione fosse proprio spostare Pogba in un’altra zona di campo? Un’idea folle, però il calcio è anche pazzia.

Basta contestare Pogba: l’investimento del club è stato importante ma giusto, potremo contare su un top player per i prossimi sette o otto anni, non dimentichiamolo”,
questo l’incipit dell’allenatore dei Red Devils. “Il ragazzo migliora in continuazione, sinceramente siamo soddisfatti e non ci aspettavamo che arrivasse qua e fosse subito così fantastico. Ci fidiamo di lui, e deve capirlo: lui è molto sicuro di se, quindi non patisce le folli sparate dei tabloid inglesi.
Paul è un giocatore fenomenale, ha un potenziale incredibile, chi lo critica non capisce davvero nulla di calcio. Pogba
– continua il portoghese- è il futuro di questo sport, dello United e della Francia, avrà anni e anni davanti a se per sviluppare il suo gioco, per cui non escluso che il suo ruolo possa mutare. Non sarebbe nulla di sconvolgente, ci sono tanti calciatori che nel corso della loro carriera hanno trovato una diversa collocazione in campo”, queste le parole di Mou che pian piano entra nel cuore del discorso.
“Con le sue spiccate qualità di palleggio, con la sua agilità, con il suo fisico prestante, potrei cambiare tutto, chissà…
La capacità di gioco aereo del francese e la sua attitudine ad aiutare i compagni, potrebbe comportare qualche cambiamento sullo scacchiere del Manchester United.  Io vedo in lui un difensore fenomenale, di grande prospettiva, una sorta di play basso che potrebbe accompagnare la ripartenza del nostro gioco: ora è solo un’idea ma non è certo una possibilità così remota, ne stiamo anche parlando col giocatore”, queste le dichiarazioni finali dello Specialone.

Insomma potrebbero aprirsi nuove prospettive per la carriera del francese, anche se onestamente pare ardua una mutazione così repentina per un giocatore che comunque non fa del contrasto fisico la su arma vincente. E’ vero che De Rossi e, soprattutto, Mascherano sono stati bravi a reinventarsi difensori aggiunti, ma va anche detto che si tratta di giocatori molto più predisposti alla fase difensiva che a quella offensiva. Insomma caro Mou, in quel di Manchester il caos regna sovrano e forse è meglio evitare di improvvisare mosse ad effetto.

  •   
  •  
  •  
  •