Premier League 2016/17, resoconto della 13esima giornata

Pubblicato il autore: andrea nervuti

Premier LeagueContinua veemente la marcia trionfale del Chelsea targato Antonio Conte. Al vantaggio Spurs firmato dal mancino di Erikssen, i Blues rispondono ribaltando lo score a cavallo dell’intervallo. Prima pareggia Pedro con un gran destro a giro, poi è il turno di Moses piazzare un gran pattone in corsa per il definitivo soprasso.
Dalle parti di Stamford Bridge cominciano a  crederci.
Al secondo posto, distaccata di appena un punticino, segue l’inedita coppia formata da Liverpool e Manchester City. I Reds si sbarazzano soltanto nel finale del Sunderland di Moyes ad Anfield Road (reti di Origi al 75’e di Milner su rigore ben oltre il 90’), mentre i Citizen di Guardiola rimontano al Turf Moor l’iniziale vantaggio siglato da Marney grazie alla doppietta furtiva del “Kun” Aguero (entrambi i gol sono arrivati al termine di confuse mischie in area Claret and Blue). Della serie: ” aiutati che il ciel ti aiuta”
Bene anche l’Arsenal, che supera piuttosto agevolmente le Cherries del Dorset fra le mura  amiche dell’Emirates Stadium. Una doppietta di Sanchez, intervallata dal gol di Walcott, regolano la pratica Bournemouth senza troppi affanni. Inutile la rete siglata su rigore da Wilson per il momentaneo 1 a 1.
Rallentano un po’ tutte sotto la zona nobile che consente l’accesso all?europa. Il Manchester United pareggia uno a uno contro il convalescente West Ham di Bilic. All’Old Trafford succede tutto nel primo tempo. Alla zampata inaspettata di Sakho dopo meno di due minuti, risponde la deviazione aerea di Zlatan Ibrahimovic attorno al ventesimo. Un punto molto più utile ai londinesi che alla banda di Mourinho.
Immediatamente sotto, si fermano anche Everton e Watford. I toffees, vengono decapitati al St. Mary’s dal tap –in del solito Charlie Austin, mentre gli Hornets di Mazzarri cadono in casa contro lo Stoke City per colpa di un incredibile autogol del portiere Aurelio Gomes.
Occasione persa per riavvicinarsi al 5° posto (vista la sconfitta del Tottenham nel derby londinese).
Finisce in parità il confronto tra Leicester City e Midllesborugh. I campioni d’Inghilterra vanno in vantaggio con Mahrez, ma vengono raggiunti e superati dalla doppietta di Negredo. A salvare Ranieri dalla sconfitta ci pensa un rigore siglato da Islam Slimani al 94’. Foxes in grandissima difficoltà: sembra incredibile, ma dovranno lottare fino all’ultimo per non esser risucchiati nella parte bassissima della graduatoria.
Succede praticamente di tutto nello scontro salvezza fra Swansea e Crystal Palace. Girandola assurda di gol e colpi di scena, con l’incredibile finale di gara deciso dalla doppietta di Fernando Llorente. L’ex juventino insacca due volte il pallone nel giro di 3 minuti (91’ e 93’) riaccendendo le speranze dei gallesi. Risultato finale: 5 a 4 in favore degli Swans, che adesso ricominciano a credere nella slavezza. Eagles in pazzesca difficoltà, nonostante un mercato estivo “da grande squadra”.
Infine termina 1 a 1 lo scontro del tra Hull City e West Bromwich Albion. Alla rete di Mc Cauley, risponde l’ex Tottenham Dawson.
Classifica dopo la 13esima giornata di Premier League.
31 Chelsea, 30 Liverpool  – Man City, 28 Arsenal, 24 Tottenham, 20 Man United,19 Everton, 18 Watford, 17 WBA – Southampton, 16 Stoke, 15 Bournemouth, 14 Burnley, 13 Leicester, 12 Middlesbrough – West Ham, 11 Crystal Palace – Hull, 9 Swansea, 8  Sunderlnd

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Premier League, dove vedere Tottenham-Manchester City in streaming Sky o DAZN