Allenatore Leicester: Mancini rifiuta, De Boer o Hiddink per il dopo Ranieri

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
allenatore leicester

Allenatore Leicester, si cerca l’erede di Ranieri

Dopo il clamoroso esonero di Claudio Ranieri non è ancora stato scelto il nuovo allenatore Leicester, che comunque non sarà Roberto Mancini. L’ex interista ha fatto sapere di non essere interessato alla panchina delle Foxies:” Mi spiace per il mio amico Ranieri, rimarrà nella storia del Leicester e nella memoria di tutti gli amanti di questo sport”. Niente Premier League quindi per Mancini, il cui nome era stato accostato ai campioni d’Inghilterra, in quanto il Mancio ha avuto anche una breve parentesi da giocatore con il Leicester. ” Noi facciamo gli allenatori e quando abbiamo scelto di fare questo lavoro sapevamo a che cosa potevamo andare incontro. Purtroppo nelle sconfitte e nei momenti difficili della squadre il primo a pagare è sempre l’allenatore”, così Mancini a Romanews. Detto di Mancini per la panchina del Leicester restano in corsa Frank de Boer, altro ex interista e Guus Hiddink, mago dei traghettatori. In ultimo c’è l’ipotesi preferita dai giocatori del Leicester, quel Craig Shakespeare, che già fa parte dello staff tecnico della Foxies. Shakespeare ha già assunto la guida del Leicester e sta preparando la delicata sfida contro il Liverpool, la prima del dopo Ranieri. In caso di risultato positivo contro i Reds di Jurgen Klopp i dirigenti del Leicester potrebbero anche confermare Shakespeare fino al termine della stagione. E’ proprio il caso di dire che servirà ancora qualche giorno per sciogliere i dubbi amletici sulla panchina della squadra, ex favola d’Inghilterra.

Allenatore Leicester, Ranieri amaro:” Mi hanno rubato un sogno”

Tutto quello che sognavo era rimanere al Leicester”, queste le prime parole dopo l’esonero di un Claudio Ranieri molto amareggiato.E’ il club che amerò di più , quello che abbiamo fatto l’anno scorso è stato straordinario, ma ora il mio sogno è morto”. Nessun rancore, come sempre Ranieri esce di scena da assoluto signore, quello che l’allenatore italiano ha fatto con il Leicester resterà nella storia immortale del calcio inglese e mondiale. Ranieri ha parole dolcissime per i suoi tifosi.” Mi avete amato e portato nei vostri cuori, . Vi amo anche io. Nessuno mi porterà via quello che abbiamo fatto. Spero che ci ripenserete tutti i giorni e sorridere, ripensandoci. Sono stati momenti di meraviglia e di felicità che non dimenticherà mai. E’ stato un onore e un piacere diventare campione con voi”. Con l’esonero di Ranieri finisce una favola, nel peggiore dei modi, la stampa inglese si è scagliata decisa contro la dirigenza del Leicester. Con l’addio di Ranieri le Foxies, hanno perso un grande uomo, un grande allenatore e forse anche qualche tifoso che ha sognato con Vardy e compagni nell’ultimo anno e mezzo. “Ranieri ooooooh Ranieri oooooooh”, l’eco di questo coro sulle note del celeberrimo ” Volare” di Modugno non verrò cancellato con un banale e ingiusto esonero.

  •   
  •  
  •  
  •