Conte – Ranieri, una Premier vissuta pericolosamente

Pubblicato il autore: Salvatore Ciotta Segui
Premier League

Premier League, Conte tenta la fuga con il suo Chelsea

Due italiani sull’ottovolante, la Premier League vissuta pericolosamente da Antonio Conte e Claudio Ranieri, due destini opposti ma che hanno probabilmente una cosa che li accomuna, vediamo quale.

ANTONIO CONTE: Dopo l’inizio di premier non proprio da ricordare, le due sconfitte hanno fatto meditare l’ex allenatore della nazionale italiana, Liverpool ed Arsenal due tonfi che hanno fatto rumore, tra i tifosi, che hanno fatto eruttare il Vulcano Abramovich, pronto con i suoi lapilli a consegnare il più classico dei “you’ve been sacked” a Conte.
Ma il tecnico originario di Lecce è uomo tenace, persona non proprio arrendevole e come una Araba Fenice è risorto dalle sue presunte ceneri, Chelsea trasformato nel modulo e cammino in Premier che non ha conosciuto sosta fino alla sconfitta contro il Tottenham di ormai 5 partite addietro. Dopo aver pareggiato a Liverpool, ha sotterrato sotto tre reti l’Arsenal, ed ora il traguardo della vittoria clamorosa della Premier è li ad un passo, considerando anche che le rivali saranno impegnate nelle Coppe europee.

CLAUDIO RANIERI Un campionato vinto lo scorso, in maniera clamorosa, il suo Leicester era uno spettacolo, triturava gli avversari con la premiata coppia Vardy- Mahrez pronte a saccheggiare le aree avversarie. Quest’anno il flop clamoroso, la ruota non gira più nel verso giusto, le Foxes sono sull’orlo di una clamorosa retrocessione ad un solo punto dal baratro. Sono passati nove mesi da quell’incredibile successo, a Leicester sono tornati a vivere la Premier pericolosamente, con Ranieri al momento incapace di dare la scossa per far invertire la rotta. Il tecnico romano è in bilico, un anno fa osannato, adesso messo sulla graticola, quattro sconfitte consecutive pesano eccome, in cinque partite zero gol all’attivo per un attacco che più o meno è rimasto quello dello scorso anno.

Ma in tutto ciò una cosa accomuna i due tecnici, ha un nome e cognome N’Golo Kantè. L’anno scorso al Leicester era il recupera palloni per antonomasia, ma sapeva anche servire i compagni e far girare le Foxes. Quest’anno il centrocampista è passato alla corte di Conte, ed ha saputo spostare gli equilibri, il normalizzatore di squadra adesso è a Londra sponda Chelsea. Conte ride, Ranieri piange, ma mai forse come in questa occasione un giocatore è stato mai così determinante per le sorti di due squadre

  •   
  •  
  •  
  •