Premier League, il Leicester conferma la fiducia a Ranieri

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Premier League. Il Leicester sta con Ranieri! Il tecnico italiano dopo la sconfitta casalinga per 3 a 0 contro lo United di Mourinho era stato messo pesantemente in discussione dalla stampa inglese e si vociferava su un possibile esonero. Ieri mattina quasi tutti i giornali britannici hanno dato ampio spazio al delicato momento di mister Ranieri e anche le agenzie di scommesse hanno abbassato vertiginosamente la quota su un possibile esonero. Oggi  il Leicester ha messo a tacere queste illazioni con un comunicato molto chiaro: “Alla luce delle recenti voci, il Leicester City Football Club vuole rendere assolutamente chiaro il suo continuo supporto nei confronti del manager della prima squadra Claudio Ranieri. Nonostante sia chiaro a tutti nel club che sia necessario migliorare le prestazioni della squadra, i successi ottenuti nelle ultime stagioni sono stati ottenuti grazie a una stabilità, unità e determinazione a superare le grandi sfide che ci siamo trovati davanti. L’intero club è e rimane unito dietro al suo manager e ai suoi giocatori, collettivamente e fermamente concentrati sulle sfide da affrontare”.

Leggi anche:  Inter, addio ad Eriksen: un club inglese prova l'affondo

Sono lontani i fasti della passata stagione, quando le Foxes avevano stupito tutti conquistando una vittoria impronosticabile, quest’anno sono arrivate quasi tutte delusioni, eccezion fatta per la vittoria casalinga per 4 a 2 sul City di Guardiola e un cammino in Champions diametralmente opposto a quello del campionato, con una qualificazione agli Ottavi da primi nel girone con un turno di anticipo. Pesa e molto, la cessione di Kante al Chelsea di Conte, il centrocampista francese era il vero ago della bilancia a metà campo e sta facendo senza dubbio la differenza per i Blues. I nuovi acquisti, Slimani in primis, vanno a corrente alternata e Vardy e Mahrez sembrano la copia sbiadita dei giocatori ammirati la passata stagione.  In attacco infatti i campioni in carica hanno le polveri bagnate, in quest’inizio di 2017 sono l’unica squadra in Premier a non aver realizzato nemmeno una rete e la fase difensiva non è perfetta come la passata stagione. Domenica sul finire del primo tempo sono bastati due minuti ai Red Devils per realizzare due gol con Ibra e Mkhitaryan e chiudere praticamente il match. La stessa squadra non sembra essere tutta dalla parte dell’allenatore, anche Ranieri ha rilasciato dichiarazioni alla vigilia dell’importante match, poi perso, non troppo chiare (“Se non credono più in me devono andare dalla proprietà e chiedere di cambiare” anche se poi ha aggiustato il tiro “Io credo che siamo ancora uniti”). Ulloa ed il suo agente hanno espresso il loro dissenso per il poco impiego in campo, domenica dopo la sconfitta il portiere Schmeichel ha definito “inaccetabile” la prestazione offerta.

Leggi anche:  Inter, addio ad Eriksen: un club inglese prova l'affondo

A sostegno di Ranieri è sceso Mourinho, lo Special One, uscito vincitore l’altro ieri dal King Power Stadium, ha avuto parole al miele per l’ormai ex rivale, ma resta fondamentale il sostegno, ribadito oggi con il comunicato della società, da parte di tutto il club. Con un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione, il Leicester ha una salvezza da raggiungere e magari proseguire il sogno in Europa e lo vuole fare ancora con Ranieri seduto in panchina.

  •   
  •  
  •  
  •