Vardy minacciato dopo l’esonero di Ranieri: “Mi danno del traditore”

Pubblicato il autore: Salvatore Masiello Segui

Jamie Vardy, attaccante del Leicester

Da eroe per la vittoria della Premier League a traditore: ecco la storia che sta vivendo Jamie Vardy. L’attaccante del Leicester, infatti,  secondo alcune voci circolate in Inghilterra, sarebbe stato uno dei principali artefici nello spogliatoio che avrebbe contribuito all’esonero di Claudio Ranieri, il quale ricordiamo dopo aver portato lo scorso anno le Foxes al titolo e in questa stagione agli ottavi di Champions League, è stato sostituito un mese fa da Craig Shakespeare, che ha riportato ottimi risultati e, addirittura, raggiunto i quarti dell’Europa che conta. Durante un’intervista rilasciata alla BBC, però, Vardy si difende, dichiarando anche di aver subito minacce di morte: “La storia sull’esonero è falsa, ma ormai si è diffusa e la gente la cavalca. E così si arriva alle minacce a te, alla tua famiglia e ai tuoi figli. Cerco di andare avanti, ma quando ci sono persone che cercano di speronare tua moglie in macchina con i figli non è facile”. Secondo Sky Sports, per far fronte al problema, la società inglese avrebbe offerto al giocatore misure di sicurezza extra. Una brutta storia, insomma, che mina il buon periodo di forma del Leicester. Dopo l’esonero di Ranieri, le Foxes si sono allontanate dalla zona retrocessione in Premier e raggiunto i quarti di Champions

  •   
  •  
  •  
  •