Premier League, che domenica di fuoco! E’ sfida incrociata Londra – Liverpool

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui


Dopo le partite di ieri, in cui si sono evidenziate le vittorie delle due squadre di Manchester, il City, contro il Bournemouth solo al 96° e lo United, in sofferenza su un Leicester di cui gli inaspettati tempi d’oro sono lontani un miglio, oggi si completa la terza giornata della Premier League 2017/2018. Infatti, spiccano due partite molto interessanti, che terranno incollati gli appassionati di calcio internazionale davanti alla Tv; si comincia alle 14:30, dove scenderà in campo il Chelsea campione in carica, impegnato in casa a Stamford Bridge, contro un più che ostico Everton, la squadra di medio alta classifica, che fino ad ora si è rafforzata di più in questo calciomercato estivo. I londinesi, però non si presentano davanti al pubblico amico, nelle migliori condizioni possibili, almeno dal punto di vista ambientale. Le voci di un possibile e sorprendente esonero di Antonio Conte, hanno lasciato il segno. Il presidente dei bleus, il magnate russo Roman Abramovic, vorrebbe in panchina il tedesco ,Thomas Tuckel ex tecnico del Borussia Dortmund,  anche perchè i rapporti professionali tra il tecnico salentino e la proprietà continuano ad essere molto tesi. Conte è irremovibile sulla sua posizione, vuole qualche altro rinforzo di livello, da qui alla fine della sessione estiva, che avverrà giovedì prossimo. Il patron invece, sembra essere diventato “sordo” e ritiene sufficienti gli oltre 180 milioni di euro spesi, nei quattro acquisti finora effettuati. Non ultimo, il fatto che il Chelsea, ha iniziato malissimo la sua stagione casalinga, con il pesantissimo ko, all’esordio contro il Burnley, non certo una squadra di prima fascia, ed è voglioso di riscatto, anche se l’impresa sul campo del Tottenham, in un derby sentitissimo ha riportato il sereno.

L’Everton però, non è una squadra sprovveduta, ed è allenata da Ronald Koeman un tecnico molto esperto, che ha voluto a tutti costi il ritorno di Wayne Rooney, ai Toffies, a 14 anni di distanza dalla sua ultima partita con la squadra di Liverpool. Ci ha visto giustissimo, perchè l’attaccante ha messo a segno già due reti, non facendo rimpiangere il sacrificio economico della cessione di un bomber di razza, come Romelu Lukaku e fra gli altri acquisti ha prelevato il trequartista islandese Sigurdsson dallo Swansea, per una cifra importante. Il pareggio della settimana scorsa contro il City, ha già messo in luce le doti della squadra, insomma un match da seguire.

Alle ore 17:00 però, ci sarà un vero e proprio big match tra il Liverpool e l’Arsenal. Nel leggendario stadio di Anfield Road, gli uomini di Jurgen Klopp, cercano di dare continuità al passaggio del turno nei play-off di Champions League, con un 4-2 da applausi, a un comunque ottimo Hoffenheim. I reds, hanno giocato un calcio maestoso, sopratutto nella prima mezz’ora di gioco, e pur non avendo una punta pura in organico, fanno della velocità la loro caratteristica principale, la difesa concede come sempre un pò troppo, e non è escluso che negli ultimi giorni di mercato non possano arrivare dei rinforzi nei punti necessitanti. Per ora ci sono i big threee ovvero, Mohamed Salah, Roberto Firminho, Sadio Manè, e a Klopp per ora, bastano e avanzano.
I Gunners invece, dopo un inizio di stagione da incorniciare tra Community Shield vinto e campionato, con l’esordio affannoso, ma vincente con il Leicester, è arrivata l’inattesa sconfitta sul campo dello Stoke City, a frenare gli entusiasmi, ma il potenziale tecnico c’è in tutti i reparti del campo. Certo per Arsene Wenger e “soci” un’altra prestazione incolore, non sarebbe perdonata, ma l’obbiettivo stagionale dei londinesi biancorossi è di tornare quanto prima in Champions League, ma i mezzi per puntare più in alto, come detto, non mancano. Insomma  sarà un doppio scontro fratricida tra Londra e Liverpool tutto da gustare.

  •   
  •  
  •  
  •