Conte, processo al tecnico del Chelsea. Manchester United decisivo?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
conte

Conte sotto processo al Chelsea

Conte sotto accusa, con il Manchester United si gioca la panchina? Meno 9 dal Manchester City in campionato e con una qualificazione in Champions League tutta da conquistare. La notte di Halloween ha fatto vedere le streghe ad Antonio Conte e il suo Chelsea. I Blues sono stati travolti dalla Roma di Eusebio Di Francesco, scivolando al secondo posto nel girone. Fortunatamente per gli inglesi il Qarabag ha impedito all’Atletico Madrid di avvicinarsi in classifica, ma i problemi restano. La stampa britannica ha attaccato senza mezzi termini il manager italiano. “Rovine romane”, così i tabloid hanno definito il Chelsea dell’Olimpico. Una squadra che sembra l’ombra di quella ammirata la scorsa stagione e che ha vinto la Premier League. Squadra scollata, errori difensivi e poche occasioni da gol. Difficile far peggio in una sola partita. Sotto accusa anche il mercato. Rudiger e Morata non sembrano ancora calati nella realtà inglese, mentre Bakayoko sta facendo rimpiangere Matic.

Leggi anche:  Probabili formazioni Udinese-Inter: ecco le scelte di Gotti e Conte

Proprio il serbo tornerà da avversario nel prossimo turno di Premier League a Stamford Bridge. Perché la prossima giornata del campionato inglese metterà di fronte il Chelsea al Manchester United di Josè Mourinho. I Red Devils precedono di quattro punti i Blues e hanno la miglior difesa d’Inghilterra. Un avversario davvero scomodo per un Chelsea in grande difficoltà. Un match che potrebbe essere decisivo per il futuro di Conte. Un ‘altra sconfitta potrebbe far precipitare la posizione del manager italiano di fronte a Roman Abramovich. Il patron russo ha da sempre rapporti piuttosto tesi con Conte e starebbe già pensando a Tuchel, ex Borussia Dortmund, come suo sostituto.

Conte e la difficoltà del doppio impegno, sarà ancora l’uomo giusto per il Chelsea?

Fenomenale nei campionati, meno quando si tratta di varcare i confini nazionali. Antonio Conte sta subendo in queste ore le stesse critiche che gli facevano ai tempi della Juventus. In bianconeri il tecnico leccese ha vinto tre scudetti consecutivi, ma neanche un alloro europeo. Il primo anno Conte vinse uno scudetto straordinario, avvantaggiandosi anche del fatto di non giocare le coppe europee. Il secondo anno la Juventus andò fuori in Champions League contro i futuri campioni d’Europa del Bayern Monaco. Il terzo anno Conte e i suoi andarono fuori al girone, clamorosamente eliminati dal gol di Snejder a Istanbul. In quella stagione la Juventus mancò la finale di Europa League, che si giocava a Torino, eliminata dal Benfica in semifinale.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Arriva il derby ma priorità al campionato ”

Conte aveva cominciato ottimamente l’avventura con il Chelsea in Champions League. Vittorie con Qarabag e Atletico Madrid, ma poi il doppio confronto con la Roma ha riaperto ad antiche critiche. In più ci si mettono le continue voci su suoi presunti dissapori con Abramovich. Prima il Manchester United, poi una sosta per riordinare le idee. Sempre che sulla panchina del Chelsea si parli ancora italiano.

  •   
  •  
  •  
  •