Juve, De Ceglie di nuovo bianconero: “Il legame con questa maglia è unico”

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

De Ceglie Juve

Gli ultimi saranno i primi. Paolo De Ceglie lascia il Parma ultimo in classifica per tornare alla Juventus, capolista e squadra proprietaria del suo cartellino. Un’operazione nata quasi per caso da un incontro tra la dirigenza bianconera e il procuratore del giocatore Carlo Pallavicino, come ha spiegato quest’ultimo in un’intervista concessa a Tuttosport: “È stato un fulmine a ciel sereno. Era chiaro che al Parma la situazione era diventata drammatica, non era stato versato neppure uno stipendio, la stessa società aveva invitato tutti a cercarsi una squadra. Paolo aveva una richiesta del Cagliari e si era interessato il Milan. Allora ne ho parlato con Paratici, visto che la Juventus è proprietaria del cartellino, e in quella chiacchierata è nata l’idea di riportarlo a Torino. Quando Paolo l’ha saputo non ha voluto sapere più niente: voleva solo tornare”.
De Ceglie, prosegue il suo agente: “Sta bene, è tornato in grande forma e ha coronato il suo sogno tornando alla Juventus. Se dovesse avere uno spiraglio per giocare ha voglia di dimostrare quanto è cresciuto e quanto è legato alla Juventus». Sicuramente, vista la lunga degenza di Asamoah e considerate le prestazioni non sempre esaltanti di Evra, l’ex Parma potrà tornare utile ad Allegri sulla corsia mancina e potrà finalmente ricominciare a giocare nel ruolo che preferisce, quello di terzino nella difesa a 4.
Il giocatore ha voluto esprimere il suo entusiasmo sul profilo Google+. Queste le dichiarazioni del giocatore sul suo ritorno nella città della Mole: “Sono tornato a Torino, nella Juventus, dove sono cresciuto e dove ho scritto le pagine più importanti della mia carriera fino ad oggi. Il legame con questa maglia è unico e speciale, pertanto sono molto contento di essere qua e di poter mettermi a disposizione di tutti per contribuire al raggiungimento di obiettivi ambiziosi che questa squadra ha da sempre nel DNA. Come sempre sarà il campo a parlare…”. Staremo a vedere cosa dirà.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: