Alessandro Matri a JTV: “Ritornare allo JStadium un’emozione forte. Roma? Lunedì ti battiamo”

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

Alessandro Matri

Alessandro Matri, dopo mezze stagioni non esaltanti con le maglie del Milan, della Fiorentina e per ultima quella del Genoa, ritorna in bianconero dopo averci vinto il 1° scudetto dell’era Conte. Lui che fu subito importante per l’attacco bianconero, oggi ritorva un suo ex allenatore, quel Max Allegri che lo conosce dai tempi del Cagliari e non solo. Intervistato oggi a “Filo Diretto” su JTV, Alessandro Matri ha parlato del suo momento, tra vita in campo e non solo e delle emozioni che lo Juventus Stadium gli regala: “Ho recuperato dall’infortunio, c’è voglia di ricominciare. I gol in allenamento danno morale, soprattutto dopo un infortunio, ma le emozioni vere le regalano altre gare. Tornare allo Juventus Stadium è stata un’emozione forte: è uno stadio unico, sempre pieno. Sempre bello giocarci e sentire l’affetto dei tifosi a bordocampo“. “Andar via e ritornare non capita spesso – ammette – sono un privilegiato e spero di ripagare la fiducia che mi hanno dato la società, il mister e i compagni. Sono contento di essere qui, ho voglia di ricominciare. Sono stato fermo un mese e mezzo. Ora voglio far vedere che posso dare ancora molto”. Riguardo al rapporto con Mister Allegri: “Con Max mi trovo bene, lo conosco dai tempi di Cagliari, lo stesso vale per il modulo di gioco. Il campionato sta andando bene, è abbastanza equilibrato. Ci stiamo facendo valere, abbiamo un buon vantaggio. Giocare ogni 3 giorni? Non è un problema, siamo abituati”.

In vista dello scontro diretto all’Olimpico di lunedì contro la Roma, Mitra Matri carica i tifosi e la squadra: “Vogliamo aumentare il vantaggio con la Roma”. Di gol ne ha segnati parecchio ma il suo preferito resta quello segnato all’Inter: “Il gol che ricordo con più piacere forse è quello segnato nel derby d’Italia contro l’Inter, il mio terzo alla Juve”. Parlando poi di gol e di attaccanti, nel reparto offensivo ha parecchia concorrenza che parla lo spagnolo: “La lingua madre è diventata lo spagnolo. Però fortunatamente ho anche molti compagni italiani”. Gli si chiede poi del perché ha deciso di tornare alla Juve visto che al Genoa stava giocando da titolare con 16 presenze e sette reti: “Diciamo a delle esigenze sia mie che del Genoa e anche del Milan, perché il mio cartellino è del Milan. Quindi sono combaciate delle esigenze societare per quanto riguarda il Genoa. E io comunque ho avuto questa possibilità, sapevo di andare in un ambiente dove già conosco l’allenatore e i compagni, quindi so che giocherò meno, ma so che posso dare il mio contributo”. Il numero 32 come mai? “È lo stesso che ho da sempre. Perché quando ero ragazzino del settore giovanile del Milan, c’era Cristian Brocchi che mi aveva preso in simpatia, da lì siamo rimasti amici. Poi abbinato a Vieri che era il mio idolo. Ho messo insieme le cose e diciamo che mi ha portato fortuna”.

Infine gli obiettivi stagionali che Alessandro Matri vorrebe raggiungere: “Come ho detto, adesso che sono tornato mi voglio sfruttare al meglio le occasioni che mi verranno date e poi come ho detto i miei obiettivi combaciano con quelli della società. Quindi visto che siamo in lotta con tutte e tre le competizioni diciamo che portare a casa qualcosa delle tre sarebbe bello”.
E’ il caso di dire: certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano. Torna presto in campo Ale e…Buena Suerte!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,