Allegri: “Juventus Milan è sempre Juventus Milan”

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri: “Juventus Milan è sempre Juventus Milan“. Parole e musica del tecnico bianconero alla vigilia della sfida con i rossoneri che si giocherà domani sera alle 20,45 allo Juventus Stadium. Nella consueta conferenza stampa il tecnico toscano si è difeso da chi prevede una facile vittoria della sua squadra spiegando che: “Affrontiamo una squadra che ha fronteggiato delle difficoltà nel mese di gennaio però ha fatto ottime prestazioni a dicembre battendo il Napoli e pareggiando a Roma. E’ sempre una partita complicata“. Secondo Allegri Juventus Milan sarà un ottimo banco di prova per testare la validità della campagna acquisti orchestrata per il Diavolo da Galliani: “Ha fatto un ottimo mercato – ha raccontato il mister della Vecchia Signora – portando al Milan 4 potenziali nazionali come Antonelli, Destro, Cerci e Paletta, credo che il Milan sia destinato a lottare per un posto in Europa”. Naturalmente è arrivata una stoccata anche per Filippo Inzaghi, suo ex giocatore proprio ai tempi del Milan e ora rivale in panchina:  “Ha tutte le caratteristiche per riuscire. Poi nell’arco di una carriera, e di una stagione, ci sono momenti difficili. Se il presidente Berlusconi e Galliani lo hanno scelto significa che credevano e credono nelle sue qualità“.

Leggi anche:  HIGHLIGHTS Serie A Fiorentina Milan Femminile, cronaca e risultato: 0-1, la decide Spinelli

Le prospettive per il futuro non sono così chiare, secondo l’allenatore bianconero: “Servono 90 punti per vincere lo scudetto, il cammino è ancora lungo”, poco importa che la Roma sia in difficoltà, “è ancora in lotta per il titolo e sarà la pretendente numero uno con noi assieme anche al Napoli“. Ma, a breve termine, è la formazione a spaventare Allegri, per Juventus Milan: “Il sistema di gioco lo deciderò soltanto domani mattina. A destra non avremo lo squalificato Lichtsteiner e Caceres è in forte dubbio, ma può giocare Padoin, Pepe o un altro ancora“. Ma non solo, ci sono altri dubbi sulla presenza di Evra e sul ballottaggio tra Morata e Llorente per affiancare Tevez: “Domani vedremo se Patrice ha recuperato. Intanto abbiamo ritrovato Vidal, e queste è una buona notizia. Alvaro o Fernando? Non ho ancora deciso“. Insomma, si prospetta un grande spettacolo allo Juventus Stadium. Una partita dalle mille incognite, una sola cosa è certa per Allegri: “Juventus Milan è sempre Juventus Milan“.

  •   
  •  
  •  
  •