Benitez vuole risultati per riprendere la Roma

Pubblicato il autore: @lorenzo_v_81 Segui

conferenza benitez

La sconfitta di Palermo è stata una battuta d’arresto inattesa e molto pesante per il Napoli, parzialmente mitigata dal pareggio interno di domenica pomeriggio della Roma contro il Parma che permette agli azzurri di mantenere nel mirino il secondo posto sperando di riprendere il cammino già a partire dal prossimo week end nel quale riceveranno la visita del Sassuolo. Prima però c’è l’impegno di Europa League a Trebisonda sul caldo campo del Trabzonspor, una tappa intermedia per provare qualche soluzione diversa e testare la condizione di alcuni uomini che hanno avuto sin qui meno spazio o in fase di recupero da infortuni. Tra i pali però dovrebbe esserci ancora una volta Rafael, molto criticato in queste settimane per qualche errore dopo esser stato esaltato meno di due mesi fa nella vittoriosa finale di supercoppa italiana contro la Juventus. Di questo e di altri temi ha parlato proprio Rafa Benitez ai microfoni di Canal +: “L’organizzazione tattica in serie A è molto sviluppata, ma il mio obiettivo resta quello di lasciare un Napoli più maturo, indipendentemente da quando vada via, tra un anno o tra cinque. Deve acquistare un maggior spessore europeo e allestire una rosa che sia in grado di affrontare qualsiasi tipo di sfida. Per questo provo a trasmettere ai ragazzi una chiara identità di gioco, ma può esser fatto soltanto attraverso un continuo e costante confronto quotidiano”. Il tecnico partenopeo poi entra nello specifico sul campionato:”La Juventus ha la rosa più completa e forte del campionato senza ombra di dubbio e questo, alla lunga, paga. Noi però anche a Doha abbiamo dimostrato di poter competere su una gara singola. In questo momenti siamo carichi e dobbiamo cercare di mantenere questa spunta per avere ancora chance di agguantare la Roma, ma questo dipenderà molto anche dai prossimi risultati della squadra giallorossa. In caso di ulteriori passi falsi dovremo esser bravi ad approfitarne”. Infine sul suo futuro:”Parlerò del mio futuro solo tra qualche mese. Per ora voglio restare concentrato. Ho un ottimo rapporto con giocatori e dirigenti, e c’è ancora tempo per parlare di questi temi“.

  •   
  •  
  •  
  •