Dichiarazione di Ferrero: “Uniti per superare le difficoltà”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Massimo Ferrero Sampdoria intervista

Il momento attuale della Sampdoria non è dei migliori. Il Genoa ha raggiunto i cugini in classifica e pronta è stata la dichiarazione di Ferrero in vista del derby in programma sabato prossimo: “Testa, cuore, forza, coraggio, fiducia e tanto amore – ha commentato il Presidente blucerchiato al sito ufficiale del club.. Siamo e saremo sempre uniti, insieme con i nostri sensibili meravigliosi tifosi, e nessuno ci può mettere in discussione, neppure i risultati: 23 partite, 4 sconfitte…”
Dichiarazione di Ferrero  poi si è spostata sul momento attuale della sua squadra:”Il campionato italiano è bizzarro, non solo per noi, per tutte le squadre: la mia fiducia e quella della mia società non sono in discussione, né nei confronti di Sinisa e del suo staff né nei confronti dei miei campioni (per me questi ragazzi sono pezzi di cuore e guai a chi me li tocca)”.
La dichiarazione di Ferrero si è poi spostato sul mercato: “Sono sicuro di aver investito sul mercato di gennaio per il bene della squadra, per il presente e per il futuro della Sampdoria. Non sono certo le critiche a farmi cambiare idea: se sono costruttive sarò attento a valutarle con rispetto. La serenità, la convinzione, l’attenzione, l’entusiasmo, il coraggio e l’ardore = amore per la mia Sampdoria!”.
Infine Ferrero ha parlato dell’imminente derby:“Ci avviciniamo al derby a testa alta, orgogliosi di rappresentare i colori più belli del mondo. Lo sport è vita. Che vita sarebbe senza il calcio? A volte si giudicano i risultati e non le prestazioni: basta isterismi, non fanno bene a nessuno. Non fermiamoci mai sugli errori, se ci sono stati, e andiamo avanti. Lavorando le difficoltà si superano, affrontiamole uniti e convinti dei nostri mezzi. Nel bene e nel male mi assumerò sempre le responsabilità. Forza Sampdoria sempre e senza paura”.

Massimo Ferrero, uno di voi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juve-Toro, tutti i numeri e le curiosità del derby più antico