Fiorentina-Atalanta 3-2: decide Pasqual nel finale – Video Highlights

Pubblicato il autore: Nicola Iuzzolino Segui

Fiorentina

Il pranzo è finito. Mette fine al banchetto Dino Tommasi. 3-2 per i viola e scorpacciata di gol per tifosi e spettatori più o meno interessati. Vince la Fiorentina del figliol prodigo Diamanti. Paga l’Atalanta dello stratega Colantuono.

PRIMA FRAZIONE – Partono alla grande i bergamaschi. I padroni di casa sono sì liberi di impostare l’azione, ma è dal pressing avversario che nascono le occasioni più pericolose. Zappacosta è una spina nel fianco, l’uomo chiave su cui Colantuono ha strutturato la partita. Da un cross lungo sul secondo palo arriva il vantaggio atalantino. A colpire è proprio l’ex Avellino, abile a castigare Tatarusanu con un inserimento alle spalle della retroguardia. Fiorentina che sembra intimorita, Atalanta che prova a colpire ancora, ma da calcio piazzato i gigliati si rifanno. Schema coi blocchi ad eludere le marcature avversarie ed incornata vincente di Basanta per il pareggio viola. Siamo al 18′ ed il punteggio è già di 1-1. I bergamaschi insistono sul piano tattico impostato da Colantuono (aspettare, pressare nel momento giusto, ripartire) ed in più circostanze si ritrovano grandi praterie da arare tutte d’un fiato. Davanti manca il riferimento centrale (Denis visibilmente sottotono) e concludere l’azione senza chi sa rifinire, diventa complicato. Dall’altra parte Borja Valero è ingabbiato dalla stretta mediana bergamasca e tocca a Fernandez e Diamanti trovare il modo giusto per entrare nel cuore dell’area.

SECONDA FRAZIONE – Nella ripresa il vento sembra girare a favore degli uomini di Montella. La manovra è decisamente più produttiva ed in fase di costruzione Diamanti sembra offrire il suo ottimo apporto all’azione. I bergamaschi fanno invece affidamento sulla “sola” velocità di Zappacosta. Nasce qualche buona occasione per i padroni di casa, Gomez arriva pure a segnare (annullato per fuorigioco), ma per i giocatori in maglia viola la porta di Sportiello sembra poco accessibile. Montella butta nella mischia Salah per conferire imprevedibilità alla manovra ed in parte, a dirla tutta, ci riesce: qualche buon tocco fra le linee e duetti interessanti con Diamanti. Di là entra Pinilla per Denis, ricambio necessario per tenere la palla lontana dalla propria porta. A un quarto d’ora dal termine arriva però lo spunto decisivo del figliol prodigo Diamanti, che salta tre difensori con un solo movimento (impressionante la staticità dei nerazzurri) e trafigge con un tocco d’interno il secondo palo difeso da Sportiello. Fiesole in delirio ed Alino abbracciato da tutto il Franchi. Sembra fatta per Montella e i suoi. L’Atalanta non da l’impressione di poter imbastire un’azione pericolosa. Ma poco dopo il 2-1 dei padroni di casa arriva la rete gelida di Boakye. Niente di particolarmente complicato: palla alta per Pinilla, tocco laterale verso Zappacosta e cross rasoterra sul secondo palo per l’inserimento del ghanese. Franchi ghiacciato, vittoria quasi sfumata e zona Champions sempre più lontana. Montella non ha più carte da giocarsi. Oltre a Salah, prima del 2-2 bergamasco, sono entrati Rosi e Pizarro ad inizio ripresa. Occorre la giocata del singolo. Diamanti è fuori, Borja Valero annullato. Chi allora? Sull’out di destra Fernandez raccoglie un passaggio in profondità; lo controlla, finta di andare al cross, manda a vuoto un avversario e la mette coi giri giusti nel cuore dell’area piccola. Lì dove intervenire, per un portiere, è pericoloso quanto restare inchiodati sulla linea. A raccogliere la gemma dell’argentino c’è Pasqual, pronto a schiaffare la palla in fondo al sacco e lanciare i suoi verso la vittoria. 3 punti fondamentali per continuare anche quest anno il sogno europeo.

Ecco il video con gli highlights di Fiorentina Atalanta

  •   
  •  
  •  
  •