Fiorentina, Salah si presenta: “Qui per restare a lungo. Baggio, Batistuta, Del Piero i miei idoli”

Pubblicato il autore: Nicola Iuzzolino Segui

salah

La questione sulle presunte idee anti-sioniste, gli idoli italiani, la voglia di incidere. Da qui, dalla conferenza stampa di presentazione, comincia l’avventura di Mohammed Salah in Italia, a Firenze. Tra l’arduo compito di non far rimpiangere l’idolo viola Cuadrado e la voglia di tornare l’esterno fulmineo di Basilea.

Firenze, vita nuova e gli idoli italiani- “Spero di rimanere qui a lungo e vincere qualcosa. Ora non penso al Chelsea. Io volevo cambiare squadra ed il club mi ha accontentato. Ho pensato a quale fosse la squadra migliore per me e la risposta è stata la Fiorentina. Per me il campionato italiano è ancora di alto livello, sono felice per questa nuova esperienza. Qui hanno giocato calciatori come Batistuta, Baggio, Totti e Del Piero che hanno segnato la mia vita calcistica”.

Il ruolo- “Nel Basilea giocavo ala destra o sinistra nel 4-3-3, ma anche come secondo attaccante. Deciderà Montella”.

Quel numero- “Qualche giorno fa c’è stata la commemorazione per le vittime della tragedia di Port Said (74, per l’appunto), mi sembrava giusto omaggiare la loro memoria”.

Voglia di cominciare- “Ho soltanto 22 anni, devo migliorare in molti aspetti e spero di farlo grazie alla squadra. Cuadrado? E’ un grande giocatore, lo stimo molto e spero di attirare lo stesso amore dal pubblico viola. Sono pronto a giocare, spero di farlo il prima possibile, magari già con l’Atalanta”.

La polemica anti-sionista- “Sono un calciatore, non voglio parlare di altri argomenti come la politica per non essere mal interpretato. Dissi che non volevo vedere la bandiera sionista sventolare in Champions League? Falso. Non l’ho mai detto, quello che venne scritto dalla stampa non era vero”.

Con Mourinho- “Ho parlato con il Chelsea, esprimendo il mio desiderio di lasciare il Chelsea per andare a giocare”.

La lingua- “In Svizzera ed al Chelsea parlavo inglese, ma spero qui di imparare anche l’italiano. Prossima settimana inizierò a prendere lezioni”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina, a gennaio all-in su Caicedo per Prandelli