Genoa, Gasperini: “Il derby non poteva arrivare in un momento migliore”

Pubblicato il autore: Gabriele Mirabelli Segui

Genoa Gasperini

Si respira ottimismo in casa Genoa in vista del derby della Lanterna in programma domani sera. Oggi pomeriggio, a villa Rostan, quartier generale rossoblù, Gian Piero Gasperini si è mostrato fiducioso per la sfida contro la Sampdoria. “Rispetto alla gara di andata siamo cresciuti e migliorati molto, arriviamo a questa sfida con grandi motivazioni. Il derby è una gara molto delicata che spesso vale un’intera stagione, ma  prima o poi va giocata e per noi questo è il momento ideale”.

I rossoblu, infatti, rispetto alla Sampdoria, stanno attraversando un ottimo momento di forma, ma Gasperini preferisce non fare pronostici: “Un derby non ha mai un favorito, quello di Genova è sempre molto equilibrato specialmente quest’anno che siamo pari in classifica”.  Insomma, dopo anni di “miseria” il derby della Lanterna, il numero 110 della storia, profuma di Europa. Sia Genoa che Sampdoria, infatti, sono appaiate in classica al sesto posto a quota 35 punti. “La vera sorpresa siamo noi – continua il tecnico del Grifone – Soprattutto dopo la sconfitta nel derby di andata, invece la squadra ha saputo reagire alla grande. Siamo in una posizione di classifica molto importante, per certi versi impensabile a inizio campionato: ci attendono, con quella di domani, quattro partite di fondamentale importanza per capire se potremo puntare a qualcosa di diverso”.

Un derby estremamente importante, quindi, e non solo per la supremazia cittadina. “Affrontiamo una Sampdoria molto solida che con l’arrivo di Mihajlovic ha fatto qualcosa di importante – continua Gasperini – Cosa temo di più dei blucerchiati? Le situazioni su palla inattiva e la loro abitudine a mettere i giocatori in fuorigioco con i blocchi, anche se è irregolare”. 

In vista del derby di domani sera, Gasperini ritrova Marco Borriello, che compare nella lista dei 22 convocati, ma difficilmente l’attaccante sarà impiegato dal primo minuto, anche alla luce dell’ottimo momento che stanno attraversando Perotti e Niang.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Caressa: "Ecco come finiranno Juventus-Torino e Inter-Bologna"