Ghirardi e il Parma: ennesimo caso italiota

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

ghirardi
Ciò che sta accadendo al Parma calcio purtroppo non ci stupisce più. E’ infatti l’ennesimo caso di un Italia troppo intrallazzona, troppo invischiata tra malaffare, politica e, in questo caso, calcio. Quello che non stupisce più è soprattutto il fatto, davvero comico ormai, che fino a qualche tempo fa le cose andavano bene per tutti, per i protagonisti truffaldini, ma anche, e questo è più grave, per chi girava intorno al Parma calcio e non solo. Ci fosse mai una volta che qualcuno più o meno potente e in vista si prendesse e si assumesse la responsabilità di quanto è successo, perché, come è ovvio che il maggiore protagonista della vicenda, il rubicondo Ghirardi, sia colpevole, è anche ovvio che ci siano degli altri colpevoli, che almeno sapevano e non hanno fatto nulla per rimediare in tempo o per assumersi, come dicevamo, delle responsabilità. Politici, dirigenti di calcio, tutti ora urlano allo scandalo e corrono ai ripari impegnandosi, davanti a tutti i tifosi, a tutti gli amanti del calcio e anche ci mancherebbe a tutti gli italiani, di fare tutto il possibile per trovare la soluzione migliore per il Parma e per il calcio italiano, affinché non possa più succedere un simile disastro.
Il calcio motore economico e soprattutto culturale dell’Italia ne è anche lo specchio: andrebbe rivoluzionato e smontato tutto, dalle radici, e sotto una guida morale e culturale che cambi le regole e soprattutto che una volta stabilite le faccia rispettare. Gli italiani adorano il calcio, che rimane a dispetto degli scandali continui uno sport fantastico che rallegra le settimane, e meritano che la loro passione sia rispettata e tutelata proprio, almeno verrebbe da dire, dai suoi protagonisti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: