Il Chievo condanna il Parma. Ci pensa Zukanovic

Pubblicato il autore: Carmelo Dimitri Segui

parma chievo diretta tv streamingUna punizione di Zukanovic al 54′ decide il recupero della 22/a giornata di Serie A fra Parma e Chievo, gara che domenica era stata rinviata per neve. Si aggrava ulteriormente, quindi, la situazione di classifica degli emiliani, sempre più ultimi, mentre i veronesi scavalcano il Cagliari e oggi sarebbero salvi. Nel match del Tardini semivuoto, da segnalare l’espulsione di Galloppa al 30′ e il palo di Meggiorini all’83’. A poco sono servite, quindi, le rassicurazioni del nuovo presidente dei Ducali sul futuro del club, la Serie B ormai è ad un passo ed il destino della squadra di Donadoni sembra ormai segnato.

Oltre all’emergenza societaria, Donadoni deve fronteggiare anche quella infortunati. L’infermeria è piena e il tecnico è costretto ad arrangiarsi: a centrocampo punta tutto sulla grinta di Nocerino e Mariga, mentre in avanti sceglie il tridente Rodriguez-Varela-Palladino. In campo il Parma c’è, nonostante la settimana tormentata e la contestazione dei tifosi. Il Chievo è disorientato per la buona partenza emiliana e rischia nei primi minuti di andare sotto: le due occasioni più nitide per i patroni di casa capitano sui piedi di Nocerino e Mariga, che non riescono a essere precisi. Sul campo del Tardini i segni della nevicata sono evidenti, ma la partita è aperta. La squadra di Maran si riorganizza e a metà primo tempo si fa vedere con Schelotto. Al 32′ l’episodio che cambia il match. Galloppa rimedia il secondo giallo in pochi minuti per un fallo su Hetemaj ed esagera con le proteste: l’abbraccio all’arbitro Rocchi potrebbe costargli caro. Per Donadoni, in panchina, è l’ennesimo segnale di una stagione amara.

Leggi anche:  Serie A, Sassuolo Inter dove vederla in tv e streaming

Il Chievo ha un uomo in più, ma è il Parma a sfiorare il vantaggio in apertura di ripresa. Feddal sfrutta un intervento maldestro di Bizzarri e calcia a botta sicura a due metri dalla linea di porta: la sua conclusione è respinta da un difensore avversario. La squadra veneta aspetta con pazienza il momento giusto, che arriva al 54′: splendido sinistro di Zukanovic su punizione e palla in rete. Per gli uomini di Donadoni è un colpo durissimo. Il Chievo ne approfitta e accelera il ritmo, ma non riesce a segnare il secondo gol e sciupa occasioni in serie: Pellissier, Botta e Birsa vanno più volte vicini alla rete.

IL TABELLINO:

Parma (4-3-3): Mirante; Cassani (59′ Mauri), Santacroce, Lucarelli, Feddal; Galloppa, Mariga (69′ Belfodil), Nocerino; Varela, Palladino, Rodriguez. A disp: Iacobucci, Coric, Prestia, Mendes, Esposito, Erlic, Lodi, Broh Tonye, Ghezzal. All: Donadoni.

Leggi anche:  Un Maradona Eterno...

Chievo (4-4-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Gamberini, Zukanovic; Schelotto, Radovanovic (87′ Birsa), Izco, Hetemaj; Paloschi (46′ Botta), Pellissier (72′ Meggiorini). A disp: Seculin, Bardi, Sardo, Cesar, Biraghi, Fetfatzidis, Mattiello, Pozzi, Christiansen. All: Maran.

Arbitro: Rocchi
Marcatori: 9′ st Zukanovic
Ammoniti: Feddal, Santacroce, Nocerino (P), Paloschi, Frey, Radovanovic (C)
Espulso: 30′ Galloppa (P) per doppia ammonizione

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,