Lazio Dinamo Bucarest, accuse dalla Romania: la partita è stata comprata

Pubblicato il autore: Federica Sala Segui

Lazio Dinamo Bucarest

Continua la bufera intorno a Claudio Lotito: dopo la polemica esplosa intorno alla telefonata con Iodice, sembra che il presidente della Lazio debba fare i conti anche con un’inchiesta della Uefa su una possibile combine in occasione di Lazio Dinamo Bucarest, preliminare di Champions League 2007/2008 vinto dalla formazione italiana. A diffondere la notizia è il sito romeno Prosport, il quale afferma che il match sarebbe stato comprato dai capitolini e il passaggio di denaro ai dirigenti della Dinamo Bucarest sarebbe stato “mascherato tramite l’operazione che portò all’acquisto di Stefan Radu“. Il giocatore venne pagato 4,5 milioni di euro, cifra che Prosport giudica eccessiva e inspiegabile.

La gara di andata, giocata all’Olimpico, finì sull’1-1, e nella partita di ritorno la Dinamo passò in vantaggio nel primo tempo, ma nella ripresa subì la rimonta biancoceleste e l’incontro terminò 3-1 per la Lazio, che ebbe così accesso alla fase a gironi.
La presunta combine sarebbe emersa nell’ambito di una inchiesta portata avanti dal Dipartimento per l’anticorruzione romeno, il quale si sarebbe attivato circa un mese fa, subito dopo la pubblicazione da parte di Prosport di un primo articolo sulla vicenda. Secondo quanto riferito da Vladimir Cohn, ex azionista della squadra romena, Cristi Borcea (ex presidente del club ora in carcere per riciclaggio) e Cornel Dinu (ex tecnico e amministratore delegato), si sarebbero recati nell’albergo dove alloggiava la Lazio per accordarsi sulla partita.

Le smentite – Dalla Uefa non arrivano conferme di quanto affermato dal sito romeno, e anche Stefano de Martino, responsabile della comunicazione della Lazio, ha smentito la notizia: “Non ne sappiamo nulla, non ci è arrivata nessuna comunicazione in merito. Quindi, non possiamo esprimere nessuna posizione. Questa cosa uscì anche due settimane fa e ci risposero che non c’era nessun procedimento e che mai ci sarà. Sul sito del Ministero non c’è nulla, nessuna apertura di fascicolo. E’ una cosa buttata lì per creare un po’ di clamore” ha affermato ai microfoni di lalaziosiamonoi.it.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: