Napoli – Sassuolo 2-0, la Roma è ormai nel mirino. Immagini, tweet e video della gara

Pubblicato il autore: @lorenzo_v_81 Segui

 

europa league Napoli Slovan Bratislava

NAPOLI: Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, Lopez; Callejon, Hamsik (81′ De Guzman); Gabbiadini (65′ Mertens); Zapata. A disp: Rafael, Colombo, Mesto, Henrique, Britos, Strinic, Inler, Jorginho. All. Rafael Benitez

SASSUOLO: Consigli; Antei (11′ Biondini), Cannavaro (22′ Bianco), Acerbi, Gazzola; Taider, Magnanelli, Missiroli; Berardi, Zaza, Floro Flores. A disp: Celeste, Polito;, Chibsah, Brighi, Donis, Sansone, Floccari, Lazarevic. All. Eusebio Di Francesco

Marcatori: 60′ Zapata, 70′ Hamsik

Ammoniti: Maggio, Bianco, Gargano, Zapata

Espulsi: 72′ Martens

Recupero 2′;3′.

Pur faticando un po’ il Napoli regola il Sassuolo con un 2-0 siglato da Zapata e Hamsik in una gara dove gli azzurri, nonostante abbiano accusato le fatiche di Europa League, sono comunque riusciti ad ottenere i tre punti ed avvicinarsi alla Roma.

Le formazioni ufficiali parlano di un Benitez che, dopo la gara di Trebisonda di Europa League, preferisce ancora una volta Andujar tra i pali a Rafael. Zapata in attacco invece è il naturale sostituto dello squalificato Higuain, mentre nelle file neroverdi Di Francesco preferisce il napoletano Floro Flores a Sansone nel tridente offensivo completato da Zaza e Berardi. Si parte subito con il Napoli in avanti voglioso di sbloccare subito la gara e indirizzarla nella maniera giusta cercando di avvicinarsi alla Roma dopo lo stop dei giallorossi a Verona domenica pomeriggio. Dopo 11 minuti il Sassuolo è subito costretto al primo cambio dal momento che Antei si fa male al ginocchio sinistro effettuando una rimessa con le mani: al suo posto entra il centrocampista Biondini che deve adattarsi al ruolo di terzino sinistro con Gazzola che si sposta sulla destra. I problemi per il Sassuolo però non finiscono qui dal momento che deve alzare bandiera bianca il grande ex di turno Paolo Cannavaro per un problema muscolare sostituito, dopo aver raccolto tanti applausi dal “San Paolo”, da Bianco. Il Napoli fa buon possesso palla, ma gli ospiti dimostrano di non aver paura attaccando quando hanno la possibilità e creando qualche brivido specialmente con le conclusioni di Berardi e Zaza. Il primo tempo si chiude a reti bianche, ma nella ripresa, dopo un inizio senza troppe emozioni, arriva la rete azzurra al 60′: Hamsik imbecca Zapata in profondità, ma il centravanti casca e sembra perdere la palla, ma si rialza prontamente e con una rapidità unica ritrova la coordinazione per battere Consigli e sbloccare così la partita.

Dieci minuti dopo gli azzurri chiudono la pratica con Zapata che difende palla in area e regala un assist ad Hamsik che con un preciso diagonale sigla il raddoppio.

A mettere un po’ di pepe sulla partita ci pensa Mertens che si fa espellere per un brutto fallo 8 minuti dopo il suo ingresso in campo. Questo carica il Sassuolo che ci prova a testa bassa, ma Magnanelli prova il gran gol e trova sulla sua strada un Andujar che compie una gran parata e rivendica così il ruolo di titolare. Dopo questa occasione il Sassuolo sembra tirare i remi in barca e così sono i padroni di casa ad avere un’altra grandissima occasione con Callejon che, invece di servire il libero Zapata, vuol trovare il gol personale calciando sul fondo.

 

  •   
  •  
  •  
  •