Lazio, per Klose è scattato il rinnovo automatico. Ora deve sfatare un tabù legato alla rincorsa all’Europa

Pubblicato il autore: Federica Sala Segui

Rinnovo Klose

Tra la Lazio e Miro Klose è definitivamente tornato il sereno, con il giocatore tedesco che domenica ha collezionato la ventesima presenza da titolare in questa stagione. Un traguardo importante soprattutto in ottica rinnovo: nell’accordo siglato a maggio tra la società e il giocatore è stata infatti inserita un’opzione di prolungamento automatico del contratto fino al 2016, nel caso in cui il giocatore tedesco avesse sfondato il tetto delle venti presenze.
Soddisfatta la clausola del contratto per il rinnovo Klose e la Lazio sembrano destinati a rimanere insieme per un altra stagione, ma tutto dipenderà dalla volontà del giocatore.

La bufera tra il tedesco e la società sembra essersi ormai del tutto placata e Klose, complice anche l’infortunio di Djordjevic, è tornato titolare e protagonista. Nella gara contro l’Udinese è stato uno dei migliori in campo, procurandosi il rigore decisivo e andando ad aiutare la squadra anche in fase di ripiego. Grazie alla vittoria di domenica, la formazione biancoceleste può continuare a sognare un posto nella prossima Champions League, e per raggiungere questo importante traguardo l’esperienza di Klose sarà determinante. Una sfida per il giocatore tedesco, chiamato non solo a guidare la Lazio nell’Europa che conta, ma anche a sfatare un tabù: dal suo arrivo nel club biancoceleste, Klose non è mai riuscito infatti ad essere protagonista nel girone di ritorno di Serie A.

Leggi anche:  Dove vedere Borussia Dortmund-Lazio, live streaming e diretta tv Champions League

Nella stagione 2011/2012, la prima alla Lazio, uno strappo muscolare a 10 giornate dal termine del campionato lo rese indisponibile per la volata finale. Klose fu infatti costretto a rimanere ai box per otto partite, nelle quali la Lazio disse definitivamente addio al quarto posto, collezionando solo due vittorie, due pareggi e ben quattro sconfitte.
Klose non riuscì a rifarsi neanche nella stagione successiva: alla quarta giornata di ritorno si ruppe infatti il legamento del ginocchio e fu indisponibile per sei giornate, nelle quali la Lazio venne sconfitta 4 volte, ottenne una vittoria e altrettanti pareggi.
Lo scorso anno il tedesco si fermò invece alla 29esima giornata per un problema alla schiena, e appena tornato disponibile raggiunse nuovamente l’infermeria per un guaio muscolare.

 

.

  •   
  •  
  •  
  •