Risultato Atalanta Inter: Guarin show nel poker nerazzurro

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

risultati serie a

RISULTATO ATALANTA INTER 1-4 – L’Inter batte 4-1 l’Atalanta ed espugna l’Atleti Azzurri d’Italia dopo sette anni dall’ultima vittoria (ottenuta, guarda a caso, con Mancini in panchina). Secondo successo consecutivo per i nerazzurri che vanno subito avanti, soffrono ma poi escono alla distanza contro gli orobici che partono bene ma poi si spengono e crollano, una volta rimasti in inferiorità numerica. Con questi tre punti gli uomini di Mancini salgono a quota 32 e rinsaldano le proprie ambizioni in chiave Europa League; gli atalantini invece rimangono fermi a 23, a soli tre punti dalla zona retrocessione.

Nell’Inter due cambi rispetto alla formazione che ha battuto il Palermo settimana scorsa: Campagnaro recupera e si posiziona sull’out di destra con Santon che si sistema dall’altra parte, in avanti a far coppia con Palacio è Podolski che sostituisce Icardi, colpito da un virus gastrointestinale. Nell’Atalanta Colantuono opta per il 4-4-1-1 con Maxi Moralez a supportare Pinilla in attacco (solo panchina per Denis). Pronti via e gli uomini di Mancini passano dopo 2′: Bellini fa fallo su Guarin in area di rigore; Banti decreta il penalty che Shaqiri trasforma realizzando il suo primo gol in serie A. Poi però sono i nerazzurri bergamaschi a salire in cattedra e a mettere pressione sugli ospiti che pian piano rinculano nella propria metà campo e non riescono più a uscirne: Pinilla di testa su corner non trova la porta di poco; lo stesso cileno si divora quindi un’occasionissima poco dopo il quarto d’ora spedendo alto un prezioso invito di Zappacosta a porta vuota da un metro. Il pari arriva al 27′: Pinilla fa sponda di testa per l’accorrente Moralez che, dentro l’area, ha tutto il tempo di controllare e calciare di sinistro nell’angolino alla destra di Handanovic. L’1-1 raggiunto rende la gara ancora più nervosa e spigolosa: l’arbitro ha il suo bel daffare a sedare un accenno di rissa tra Shaqiri e Moralez, entrambi ammoniti. Ad accenderla ulteriormente ci pensa Guarin che al 37′ trova la rete del nuovo vantaggio interista ed è un autentica prodezza: il colombiano dai 16 metri si libera di un uomo e di sinistra infila la palla sul palo più lontano alla destra di Sportiello.

Ad inizio ripresa Denis rileva l’infortunato Moralez ad irrobustire l’attacco degli orobici. Dopo 7′ l’Atalanta rimane in dieci per l’espulsione di Benalouane che prima rimedia il giallo per un fallo su Palacio, poi si fa espellere per proteste. L’Inter ne approfitta per prendere in mano la gara: Palacio si divora il terzo gol calciando alto tutto solo in area su cross del solito Guarin. Il colombiano, grande protagonista anche quest’oggi, chiude il match al 63′: strepitosa palombella di destro a giro che finisce sotto il sette laddove Sportiello non può proprio arrivare; per Guarin è la sua personale doppietta, a conferma di un momento di forma eccellente. La partita si spegne così con il passare dei minuti; c’è ancora tempo per l’ultima emozione al 72′, quando Palacio realizza il poker interista ed è un vero proprio gollonzo (segno che anche la fortuna incomincia a girare in casa Inter): l’argentino, imbeccato in area da Guarin, si vede rimpallare sullo stinco il pallone rinviato da Stendardo in chiusura a disegnare una traiettoria imprendibile per Sportiello.

  •   
  •  
  •  
  •