Squalifiche Serie A: una giornata a dodici giocatori

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

squalifiche serie a

SQUALIFICHE SERIE A 24ª GIORNATA – Sono state rese note, questa mattina, le decisioni del giudice sportivo, dott. Gianpaolo Tosen, in merito alla 24ª giornata di Serie A: dodici calciatori squalificati per una giornata effettiva di gara, ammonizione per tre allenatori, multe per tre società ed un allenatore. Fra i giocatori squalificati, coloro che si sono beccati il cartellino rosso sono Barreto del Palermo e Mertens del Napoli. Il centrocampista rosanero ha ricevuto una doppia ammonizione “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario”, mentre l’esterno del Napoli è stato espulso “per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco”. Gli altri, invece, sono stati squalificati per cumulo di ammonizioni e sono: Rubén Botta del ChievoMagnanelli del SassuoloMigliaccio dell’AtalantaVives del TorinoÉderPedro Obiang e Soriano della Sampdoria; Giorgi, Lucchini e Volta del Cesena. Ammonizione più ammenda di 2.000 € per l’allenatore dell’Atalanta, Stefano Colantuono, “per avere, al 29° del secondo tempo, rivolto un epiteto ingiurioso all’accompagnatore ufficiale della squadra avversaria; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”. Ammoniti anche il preparatore dei portieri del Cagliari, Nico Facciolo, e il preparatore atletico dell’Atalanta, Marco Montesanto. Il primo viene accusato di “avere, al 33° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”. Il secondo, invece, è stato punito “per essersi, al 29° del secondo tempo, allontanato senza autorizzazione della panchina aggiuntiva; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”.

Infine tre società hanno subito sanzioni pecuniarie: 10.000 € al Genoa “per avere i suoi sostenitori, al 27° del secondo tempo ed al termine della gara, indirizzato un fascio di luce-laser su calciatori e dirigenti della squadra avversaria”, 4.000 € alla Sampdoria “per avere suoi sostenitori, al 17° del primo tempo, lanciato sul terreno di giuoco verso calciatori della squadra avversaria un accendino e due monete” e infine 3.000 € al Napoli “per avere suoi sostenitori, nel corso del gara, lanciato nel recinto di giuoco due petardi e due fumogeni”.

  •   
  •  
  •  
  •