Cessione Milan: incontro segreto tra Berlusconi e Mr Bee ad Arcore

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

cessione milan

Cessione Milan: Pare che un noto imprenditore thailandese, che di nome fa Bee Taechaubol, ormai da parecchie settimane sia interessato ad acquistare il club rossonero. Taechaubol, noto a tutti come Mr.Bee, avrebbe addirittura incontrato il presidente del Milan, Silvio Berlusconi. Secondo il quotidiano La Repubblica, che da parecchio tempo segue questa vicenda, l’incontro sarebbe avvenuto giovedì scorso ad Arcore, nella dimora personale di Berlusconi. Durante l’incontro, Berlusconi e il ricchissimo thailandese si sarebbero messi d’accordo anche sulle cifre: a Taechaubol andrebbero il 25% delle quote della società, ovvero circa 250 milioni di euro. Questo, almeno, in un primo momento, poiché Mr. Bee ha già intenzione di acquistare il 100% delle quote della società rossonera entro 4-5 anni. Per quanto riguarda i ruoli all’interno della società, invece, dovrebbe rimanere tutto invariato: Silvio Berlusconi continuerebbe a fare il presidente, la figlia Barbara l’amministratore delegato che si occupa della parte che riguarda il marketing e Adriano Galliani di quella sportiva. Sempre secondo quanto riferisce Repubblica, l’accordo dovrebbe essere reso ufficiale entro la prossima estate. In merito alla vicenda, intanto, è intervenuta la Fininvest, la holding che detiene le azioni delle società di Berlusconi, che attraverso un suo portavoce ha dichiarato: “Abbiamo più volte ribadito la nostra posizione per quanto riguarda gli assetti azionari del Milan. La società non intende commentare ulteriori rumors”.

Ancora non c’è nulla di ufficiale, dunque, ma se così fosse si tratterebbe sicuramente di una bella notizia per i tifosi, che da anni ormai lamentano la mancanza di investimenti da parte della società. Con il nuovo proprietario almeno l’alibi del “Non ci sono soldi” dovrebbe sparire. Non che Berlusconi sia povero ma è sotto gli occhi di tutti come negli ultimi anni, di pari passo con la sua uscita dalla scena politica, da parte sua sia venuta meno anche la volontà di investire nel Milan tramite l’acquisto di nuovi e grandi calciatori. Probabilmente perché non essendo più uno dei principali attori della scena politica e non dovendo più partecipare a nessuna campagna elettorale (almeno per ora) non ha più bisogno di acquistare campioni e quindi di guadagnarsi i voti dei suoi tifosi. L’aspetto positivo di questa vicenda, certamente, è che presto potrebbe arrivare un nuovo proprietario che abbia voglia di investire e spendere soldi per il club. Quello negativo è che comunque la figura di Berlusconi continuerebbe ad essere presente, e quindi condizionerebbe le scelte della società, anche nei prossimi anni. Ma si sa che non si può ottenere tutto subito. Prima bisogna vedere se questa volta ci sarà qualcosa di concreto o se si tratta dell’ennesima voce di corridoio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Maradona è andato dal "Barba", basta coi moralismi