Conferenza stampa Sampdoria Inter. Mancini: “Europa indispensabile. Torneremo competitivi”

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

conferenza stampa mancini

 

Un Roberto Mancini molto sereno quello che si presenta in conferenza stampa alla vigilia di Sampdoria- Inter, match cruciale contro una delle squadre più in forma del momento. Dopo l’eliminazione con il Wolfsburg, diventa prioritario per i nerazzurri raggiungere l’Europa League recuperando posizioni in campionato ma non sarà facile a Marassi contro la formazione allenata da Mihajlovic, amico del Mancio. “Sinisa è come un fratello – racconta Mancini in conferenza stampa- cosa ha in più di me? Direi l’età, perché è più giovane… Se dovesse sedersi sulla panchina del Milan sarei felice per lui e ne approfitterei per vederlo più spesso”. L’intenzione espressa dal tecnico dell’Inter nell’incontro coi giornalisti è appunto quella di restare a Milano. “Fare questo lavoro all’Inter è molto stimolante – dice Mancini in conferenza stampa – credo che il club troverà risorse per fare una squadra competitiva. Sono tanti anni che la classifica non è quella solita, non è questo il dna dell’Inter. Con giocatori di esperienza tutti miglioreranno. Resto convinto che la prossima stagione saremo al vertice – continua – anche perché faremo tesoro di queste esperienze, potremo svolgere il ritiro estivo che è fondamentale e arriveranno giocatori che aiuteranno quelli che già sono qui. Ma ora dobbiamo pensare soltanto alle prossime undici gare di campionato. Con 33 punti in ballo può ancora succedere di tutto. E l’Europa League rimane indispensabile, perché oltre a tutto può aprirci altre strade. Se poi non ci qualificassimo, come farebbe la società a trovare le risorse per operare sul mercato? Dopo troppi piazzamenti, sono sicuro che verranno trovati i mezzi per tornare in alto“. L’obiettivo è quindi chiaro nella testa del tecnico nerazzurro: centrare l’Europa attraverso un filotto di successi sfruttando la mancanza di altri impegni infrasettimanale e dare un senso ad una stagione altrimenti fallimentare sotto tutti gli aspetti.

Leggi anche:  Guardia di Finanza di Perugia: "L'esame di Suarez fu una farsa"

In conferenza stampa Mancini ritorna anche sulla sconfitta con il Wolfsburg: “Ribadisco che i ragazzi ce la mettono tutta – spiega – anche se forse giovedì dopo l’1-1 speravo che riuscissero a gettare il cuore oltre all’ostacolo. Ci sono situazioni in cui si mettono da parte tecnica e tattica per tirare fuori qualcosa in più. Non ci siamo riusciti, peccato“. La conferenza stampa di Appiano Gentile si chiude con un auspicio. “Quando ho vinto il titolo in Premier col City, rimontando lo United, ci siamo sbloccati proprio quando sembravamo rassegnati ed evidentemente ci siamo tolti un freno. Chissà…“- conclude Mancini.

  •   
  •  
  •  
  •