Garcia-Sabatini: scintille..

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

C_29_articolo_1055983_upiImgPrincipaleOriz

La Roma cerca di rialzare la testa dopo gli ultimi deludenti risultati. E, mentre sul campo le cose sembrerebbero andare un po’ meglio (qualificazione col Feyenoord in coppa e pari in rimonta all’Olimpico contro la Juve), in seno alla società emergerebbero le prime crepe. Soprattutto per quel che riguarda il rapporto fra l’allenatore Rudi Garcia e il direttore sportivo Walter Sabatini. Non parliamo affatto di rottura, per carità. E chi lo fa, è in chiara malafede. Ma di divergenza di idee, certo, si può tranquillamente parlare. Garcia non è soddisfatto degli ultimi sviluppi di mercato. Soprattutto, stando alle notizie che trapelano in questi giorni, non sarebbe stato entusiasta del mercato di gennaio. Via Destro (di fatto regalato al Milan), sono arrivati alla Roma giocatori che l’allenatore non aveva chiesto e sui quali, Sabatini, ha fatto esclusivamente di testa propria. Leggasi Doumbia e Spolli. Per non parlare della “dolorosa” perdita di Benatia questa estate, mal digerita dal tecnico e avvenuta a pochi giorni dall’inizio del campionato. Garcia si sente sempre più spiazzato dalle decisioni unilaterali prese da Sabatini e spesso, non fa giocare i calciatori che il direttore sportivo acquista, magari anche pagandoli a suon di milioni. E’ il caso di Ucan, l’oggetto misterioso turco sul quale Sabatini aveva investito una cifra importante e sempre rimasto, invece, nell’ombra per scelta tecnica di Garcia. E ora, la stessa fine rischiano di fare Doumbia e Spolli, arrivati a fine gennaio ma che hanno conosciuto più panchina e tribuna che il campo. La differenza di vedute tra Garcia e Sabatini è evidente. Tra i due non c’è molta sintonia. Garcia non è affatto in discussione, ma la società non è contenta di come Garcia valorizzi alcune operazioni di mercato. Come sempre, i risultati positivi della squadra potrebbero far tornare il sorriso nei rapporti tra Garcia e Sabatini. Per il momento, comunque, un chiarimento tra i due sembrerebbe d’obbligo. Per il bene innanzitutto della Roma.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Mainz-Genoa in tv e in streaming, amichevole 31 luglio 2021