Inter Cesena Mancini: “Non è stata una grande partita, parlare di terzo posto ora è inutile”

Pubblicato il autore: Carlo Perigli Segui

inter cesena manciniINTER CESENA MANCINI: PRIMO TEMPO SOTTOTONO, NON È STATA UNA GRANDE PARTITA

Dopo il deludente pareggio interno con il Cesena, Mancini perde l’ottimismo mantenuto durante la settimana, che, davanti ai microfoni di Sky, lascia il passo alla consapevolezza dei problemi che stanno caratterizzando la stagione dell’Inter. Una prestazione, quella mostrata stasera, verso la quale il tecnico di Jesi non ha usato mezze misure. “Nel primo tempo prestazione particolarmente sottotono – ha dichiarato – il Cesena ha capito e ci ha messo in difficoltà. Noi abbiamo fatto poco, abbiamo dato poco in lucidità e aggressività. Nel secondo tempo abbiamo segnato subito e sono arrivate tante occasioni, che abbiamo sprecato per la foga di vincere. Non è stata una grande partita“, ha concluso, cercando di celare, piuttosto maldestramente, la sua delusione.

INTER CESENA MANCINI: “ORA NON È LOGICO PARLARE DI TERZO POSTO”

Un pareggio che mette la parola fine ai sogni relativi al terzo posto?Vincendo saremmo stati a 39 e tutto sarebbe stato possibile. 11 partite, a 7 punti dal Napoli, potevamo sperarci. Al momento è inutile parlarne non è neanche logico“. Nonostante l’amarezza per il pareggio, Mancini ha apertamente difeso i suoi. “Tutti i giocatori vogliono un rendimento diverso, questa squadra sta migliorando piano piano e alterna prove buone a prove negative, dobbiamo lavorare, ci vorrà tempo. I ragazzi mettono tutto in campo, li vedo allenarsi e ci mettono il massimo dell’impegno, mi dispiace per loro e per i tifosi. Complimenti al Cesena e a Di Carlo perchè hanno fatto un’ottima partita. Eppure, come nelle partite precedenti, anche stasera si sono visti diversi errori in fase di disimpegno e sulle palle in uscita, conseguenze, secondo Mancini, del tipo di gioco proposto dall’Inter. “Noi cerchiamo di giocare, a volte facciamo degli errori grossolani e subiamo il gol. Anche con il Wolfsburg, senza errori poteva finire diversamente. Se commetti sbagli clamorosi loro sono bravi e li sfruttano“. Un problema non da poco, considerato che giovedì i tedeschi arriveranno a Milano e servirà una partita più che perfetta.

  •   
  •  
  •  
  •