Palermo Juve: per Allegri massiccio turnover

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

palermo juve

Il calendario di Serie A dice che il prossimo impegno dei bianconeri è Palermo Juve, in programma sabato 14 marzo alle ore 18 allo stadio Barbera. In realtà, però, testa e gambe della Juventus sono già proiettate all’impegno successivo, quel Borussia Juve di Champions League così importante per il prestigio europeo e per le casse della Vecchia Signora. A questo aggiungete il momento non particolarmente brillante del Palermo e il vantaggio di 11 punti sulla Roma seconda in classifica e capite bene come Palermo Juve non sia in questo momento una priorità per la società bianconera. Pertanto, dovessimo sbilanciarci oggi, ad oltre 48 ore dal fischio d’inizio, diremmo che a Palermo scenderà in campo una Juventus B. Per carità, sempre di Juventus si tratta, ma con i titolari a riposo è un’altra cosa.

Palermo Juve: Sturaro in campo dal primo minuto

Per come la vediamo noi, quindi, Allegri sperimenterà una formazione assolutamente inedita, dando spazio a coloro che fino ad oggi hanno giocato meno o non hanno giocato per niente in maglia bianconera. Immaginiamo, ad esempio, una difesa a quattro con a destra Padoin, al centro Barzagli ed Ogbonna, a sinistra De Ceglie. A centrocampo diamo per certo il debutto di Sturaro, prelevato a fine gennaio dal Genoa e reduce da un piccolo infortunio che lo ha tenuto lontano per un paio di settimane. Con Pirlo ancora out e Pogba squalificato, Allegri dovrà per forza far ricorso a un paio di titolari, che potrebbero essere Pereyra e Marchisio, anche se quest’ultimo avrebbe bisogno di riposo. In avanti attacco a tre, con Pepe, Matri (o Llorente) e Coman, se starà bene. Magari poi Allegri ci smentirà e farà giocare i big, da Chiellini a Tevez, da Bonucci a Morata, ma la vediamo difficile: la qualificazione ai quarti di Champions League, infatti, è un obiettivo troppo importante per la Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •