Parma-Atalanta, Errea: “Il Club ha trovato da solo i soldi, ma noi pronti in caso di emergenza”

Pubblicato il autore: Maurizio Pezzuco Segui

parma

Il campionato di calcio di Serie A può riprendere regolarmente. Il Parma ha reperito le risorse economiche necessarie per riaprire le porte dello stadio Tardini, contro l’Atalanta domenica prossima, e per la successiva trasferta sul campo del Sassuolo. Questo quanto emerso dalla delicata riunione di Lega a Milano svolta questa mattina alla quale hanno partecipato tutti i club di Serie A ad eccezione di Gianpietro Manenti in rappresentanza dei ducali.

Smentite le indiscrezioni che davano per certo l’intervento economico diretto dello sponsor tecnico del Parma.  Errea ha in ogni caso rinnovato la propria “massima disponibilità” a gettare un salvagente nei confronti del club ducale in caso di emergenza. Fonti interne all’azienda, infatti, hanno rivelato in esclusiva ad Oipa Magazine (www.oipamagazine.it) che il Parma ha trovato “da solo” le risorse per giocare almeno fino all’appuntamento cruciale del 19 marzo, giorno della prima udienza fallimentare presso il tribunale di Bologna.

Questa mattina è arrivato anche il via libera del Gruppo Operativo Sicurezza (Gos) che riunitosi presso la Questura di Parma, “ha dato parere favorevole allo svolgimento della gara Parma-Atalanta in programma domenica allo stadio Tardini”. Tutti segnali che lasciano sperare al meglio. L’ultima parola spetterà ora ai calciatori: toccherà a loro decidere se scendere in campo o proseguire con la protesta che gli ha portati a non giocare lo scorso turno contro Genoa.

  •   
  •  
  •  
  •