Parma Atalanta: tifosi in protesta e altri indagati

Pubblicato il autore: Alice Smiroldo Segui

parma atalanta
 Le vicissitudini in casa Parma non finiscono più: Parma Atalanta, partita in programma domenica 8 marzo alle ore 15, potrebbe non giocarsi, sulla scia di quanto già accaduto per le gare contro Genoa e Udinese. La situazione della società Parma, infatti, si fa sempre più difficile: questa mattina è arrivato l’annuncio dell’iscrizione nel registro degli indagati di Tommaso Ghirardi, ex presidente.
Nell’indagine curata dalla Magistratura di Parma, figurano nel registro degli indagati altri nomi: sotto la lente di ingrandimento dei pm ci sono personaggi esterni che avrebbero contribuito ad aggravare la situazione della società emiliana. La Magistratura sta indagando anche sui molteplici passaggi di proprietà avvenuti negli ultimi mesi.
Nella giornata in cui si dovrebbero avere novità importanti riguardo la possibilità di disputare  la partita Parma Atalanta, arrivano notizie ufficiali dai responsabili del tifo organizzato glialloblù:  con un comunicato emesso sul sito www.boysparma1977.it, i ragazzi della curva e il Centro di coordinamento dei Parma Club hanno dichiarato che, nel caso in cui Parma Atalanta non sarà disputata, faranno una seconda visita a Carpenedolo in sette giorni.
Parma Atalanta, di seguito il comunicato ufficiale dei tifosi: “Non abbiamo alcuna certezza circa quello che succederà da qui a domenica, la situazione è decisamente instabile e gli scenari sono in continua mutazione. Nel caso dovesse disputarsi la gara contro l’Atalanta, noi saremo al fianco della squadra ed invitiamo tutti i tifosi, abbonati e non, nel fare altrettanto come dimostrazione d’amore nei confronti della magliaQualora l’incontro non venisse disputato coglieremo l’occasione per invitare le stesse persone a venire insieme ai Boys ed al Centro di Coordinamento Parma Club in quel di Carpendolo. Ci sarà un corteo per le vie del paese dove tutta Parma dovrà partecipare, gridando il proprio dissenso, in maniera civile, ironica e parmigiana, verso Ghirardi e la famiglia Pasotti. Il viaggio sarà effettuato con mezzi propri, con ritrovo alle 10 dal parcheggio scambiatore Nord mentre l’appuntamento in terra bresciana è verso mezzogiorno in una piazza del paese; da qui partirà un corteo che percorrerà alcune vie cittadine sino ad arrivare nel piazzale antistante la Leonessa”.
Intenzioni precise, quelle divulgate nel comunicato.
Si resta ancora in attesa di novità riguardanti Parma Atalanta, per quanto riguarda la Serie A, ma ben piuù importante sarà avere notizie certe su come verrà risolta la questione Parma.

  •   
  •  
  •  
  •