Postgara di Chievo Roma, le interviste a Garcia e Maran

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

Garcia ChievoRoma

Al termine di Chievo Roma, sono davvero amare le parole di Rudi Garcia. L’allenatore giallorosso ha visto davvero una bruttissima Roma. E non ha problemi ad ammetterlo pubblicamente: ”Abbiamo avuto un gioco brutto, abbiamo fatto troppi errori, scelte sbagliate: non abbiamo neanche fatto due passaggi di fila. Un primo tempo bruttissimo, il secondo un po’ meglio ma non abbastanza. E’ troppo brutto per essere vero, il momento è strano: fare una gara così dopo tre partite di buon livello non me lo spiego. Ma ho fiducia, stasera è troppo negativo per essere il vero livello nostro. Questa sera non ha funzionato niente. Non è possibile aver fatto le ultime tre gare così di livello e poi la partita di oggi, mi sembra troppo brutto per essere vero. Da giovedì dobbiamo rifarci in campo”. Al tecnico della Roma scappa un sorriso involontario sul viso: ”Rido per il nervosismo: era tutto previsto, il loro pressing, il fatto che i nostri avversari sarebbero rimasti bassi sul piano difensivo… Sapevamo tutto, sapevamo anche che era necessario fare giocate alle spalle dei loro difensori: sembra che non ci sia servito a nulla l’aver studiato in video il Chievo… Abbiamo perso il nostro tempo… Il Chievo lotta per lo salvezza e lo farà fino alla fine perché è una squadra che non molla”.

Di tutt’altro tenore chiaramente l’umore e le parole di Maran, decisamente soddisfatto per questo punto conquistato contro la Roma. Anche se l’allenatore del Chievo non riesce però ad essere felice al 100%, pensando al bruttissimo incidente occorso a Mattiello nel primo tempo e che terrà il giocatore a lungo lontano dai campi:“Non ho ancora sentito Mattiello. Ma oggi non riusciamo a essere felici del risultato, perché la tristezza per ciò che è accaduto a Federico è tanta”. C’è comunque una grande soddisfazione per la prestazione di oggi: “Assolutamente. I risultati ci stanno premiando, stiamo migliorando di partita in partita. Quando sono arrivato non era proprio così. Sono contento di come la squadra ha approcciato la partita. Oggi però c’è tanto rammarico per Mattiello che è un bravissimo ragazzo e un ottimo giocatore”.

  •   
  •  
  •  
  •