Preziosi sul caso Parma: “Non mi fido di Manenti”. E Zamparini…

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

preziosi

Prima che iniziasse l’assemblea di Lega il presidente del Genoa, Preziosi, parlando con i giornalisti intervenuti, ha tenuto a precisare alcuni concetti: “Io di Manenti non mi fido. Aveva detto che in un paio di giorni avrebbe risolto la situazione, sono passate due settimane e non è successo niente. Non ci si può fidare di lui, io qua non lo voglio”. Queste le parole di Preziosi su Manenti. Poi ha proseguito: “Non dobbiamo per forza cercare un colpevole della situazione che si è venuta a creare a Parma, non è questo il modo corretto di risolvere i problemi. L’errore è stato quello di permettere a una Società di acquistare 300 giocatori senza avere le dovute garanzie: in futuro questo non deve più accadere”. Preziosi ha parlato come un fiume in piena: “Non è possibile, poi, come è successo nel caso del Parma (intanto si è saputa la data del recupero della partita Parma Genoa) , che una società sia comprata per un solo euro! Servono delle norme chiare e deve essere la Federazione a darle. Una cosa del genere, ad esempio, in un Paese come l’Inghilterra non sarebbe mai potuta accadere. Non credo però che si ripeterà anche qui da noi, non mi risulta esistano altri casi Parma nel nostro campionato”. E’ poi intervenuto anche Zamparini, presidente del Palermo: “La situazione del Parma non deve essere definita incredibile, incredibile è la popolarità che i mezzi di informazione le stanno dando. La Società è stata gestita malissimo ed è fallita: cosa ci vedete di strano in tutto questo? Io non intendo farmi carico di questa situazione, non spetta a me, non posso preoccuparmi del fatto che Cassano non prenda lo stipendio, non è affar mio”.

  •   
  •  
  •  
  •