Rientro Asamoah: nessuna buona notizia per la Juve

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

rientro asamoah

Rientro Asamoah: che tempi ci sono? E’ quello che si domandano tanti tifosi juventini dopo aver saputo del bruttissimo infortunio occorso a Marchisio in Nazionale, che lo terrà lontano dai campi di gioco per circa 6/8 mesi. Lo diciamo però subito: le ultime notizie sul ghanese non sono positive. In molti si sono dimenticati che la Juventus ha raggiunto 14 punti di vantaggio sulla Roma seconda in classifica e si giocherà con il Monaco l’accesso alle semifinali di Champions League avendo giocato da inizio dicembre senza una pedina preziosa come Kwadwo Asamoah. Il ghanese è stato un elemento fondamentale nella Juventus di Antonio Conte ed anche con Allegri, nonostante l’arrivo di un uomo di grande esperienza come Evra, ha avuto quasi sempre una maglia da titolare. Ma i problemi al ginocchio che si è trascinato da inizio stagione lo hanno costretto, il primo dicembre scorso, a un intervento chirurgico effettuato a Barcellona dal professor Cugat. Un intervento in artroscopia che favorisse la regolarizzazione di una lesione della cartilagine di origine traumatica. Subito dopo l’intervento si parlò di tempi di recupero variabili tra i tre e i quattro mesi per poter rivedere nuovamente Asamoah in campo.

Leggi anche:  Dove vedere Inter Torino: streaming e diretta TV Serie A

Rientro Asamoah: i tempi di recupero

I conti sono presto fatti: al più tardi Asamoah sarebbe dovuto tornare in campo attorno al primo di aprile, ma purtroppo non sarà così. Diciamo che servirà, da oggi, almeno un altro mese e mezzo, il che – tradotto – vuol dire che non rivedremo Asamoah in campo prima del mese di maggio. L’intervento è andato bene, la cartilagine è stata ricostruita, ma affinché il nuovo tessuto si riformi serve tempo e non è il caso di accelerare le operazioni. Se non guarisse perfettamente, infatti, Asamoah potrebbe andare incontro a problemi ben più seri in futuro, rischierebbe un entra/esci continuo dall’ospedale. E allora, meglio aspettare un mese in più e riavere il giocatore perfettamente sano che andare di corsa e peggiorare le cose. D’altronde il ghanese non è stato inserito nella lista Champions: pertanto, qualora la Juventus dovesse andare avanti, lui non potrebbe comunque giocarla. Il rientro Asamoah è una questione delicata, insomma: bisogna avere pazienza.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: