Risultato Roma Juventus, al vantaggio di Tevez risponde Keita

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

calciomercato,roma,juventus

Finisce in parità il big-match tra Roma e Juventus. Al vantaggio bianconero risponde un colpo di testa di Keita. Partita noiosa per 70’, con la Roma abulica e incapace di alzare i ritmi per mettere in difficoltà gli avversari.

L’avvio di gara non è certo esaltante, con le due squadre che si studiano dimostrando di esser scese in campo con una certa apprensione. Primo pericolo al 21’, con gli ospiti vicinissimi al vantaggio. Pereyra si sgancia sulla sinistra e scende indisturbato mettendo al centro per Tevez, sulla traiettoria interviene Manolas che mette in angolo sfiorando di pochi centimetri l’autogol. La gara si mantiene su ritmi blandi, cosa che alla Juventus, prima con 9 punti di vantaggio, non può certo dispiacere. Sono gli uomini di Garcia a esser chiamati ad alzare i ritmi, cosa che negli ultimi tempi rappresenta il vero problema dei giallorossi. Così la Roma fatica a costruire una manovra in grado di impensierire la retroguardia juventina, nonostante una leggera supremazia territoriali che si palesa con il passare dei minuti. Al 32’ ci prova Morata con una conclusione da posizione defilata, ma il suo sinistro è troppo strozzato e termina nel campo per destinazione. Nonostante le sortite offensive siano sporadiche, è la Juventus a dimostrare di poter avere il colpo letale, al cospetto di una Roma dalla cintola in su fatica in maniera spropositata ad entrare nell’area avversaria. Ancora un confronto fisico perso a centrocampo dai capitolini, lancia Tevez sulla destra al 42’, l’argentino scocca un destro in diagonale che però viene deviato in angolo. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo oggettivamente brutto e noioso.

Nella ripresa il canovaccio della partita non cambia. Al 50’ ancora Juventus ad un passo dal gol, Vidal approfitta di un contropiede regalato dall’ennesima disattenzione del centrocampo romanista, avanza palla al piede e con il sinistra scarica un tiro che lambisce il palo alla sinistra di De Sanctis. Le occasioni dei bianconere non sono certo casuali, ma frutto dell’immobilismo romanista e delle numerose sbavature in fase di costruzione/distruzione del gioco. Al 61’ la Roma rimane in 10, Torosidis già ammonito stende Vidal all’ingresso dell’area, per Orsato non ci sono dubbi ed estrae il secondo giallo. Sulla seguente punizione Tevez porta in vantaggio la Juventus con una traiettoria magistrale. A questo punto sarebbe facile pronosticare il crollo totale della Roma. Garcia toglie Totti e De Rossi buttando nella mischia Nainggolan e Iturbe. I giallorossi hanno una sferzata d’orgoglio e trovano quel ritmo che gli era mancato per 70’. Prima Manolas di testa impegna Buffon, poi Keita, sugli sviluppi di un corner battuto dal neo entrato Florenzi, svetta più alto di tutti e di testa rimette in parità le sorti dell’incontro. Le ultimi fasi della Roma vedono la Roma assediare l’area avversaria, senza però riuscire a trovare lo spunto per il gol vittoria. La Juventus si chiude e tenta di amministrare, riuscendoci e fermando il risultato sull’1-1. Il titolo è sempre più nelle mani di Allegri.

ROMA-JUVENTUS 1-1

MARCATORE 61’ Tevez (J), 77’ Keita (R)

ROMA De Sanctis, Torosidis, Manolas, Mapou, Cholevas, Keita, De Rossi (Nainggolan), Pjanic (Florenzi), Totti (Iturbe), Gervinho PANCHINA Skorupski, Curci, Cole, Astori, Spolli, Paredes, Ucan, Verde, Sanabria ALLENATORE Garcia

JUVENTUS Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner (Padoin), Marchisio, Vidal, Pereyra, Evra, Tevez, Morata (Coman) PANCHINA Storari, Rubinho, Ogbonna, Pogba, Llorente, Barzagli, De Ceglie, Padoin, Matri ALLENATORE Allegri

ARBITRO  Orsato di Schio Assistenti Tonolini e Manganelli

AMMONITI De Rossi, Pjanic , Keita (R), Morata, Chiellini (J)

 

  •   
  •  
  •  
  •