Risultato Roma Sampdoria, i blucerchiati espugnano l’Olimpico. Finisce 0-2 (HIGHLIGHTS)

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

roma sampdoria streaming

La Roma perde in casa con la Sampdoria e sente il fiato sul collo della Lazio che, grazie alla vittoria contro il Torino, si porta a -1 dai giallorossi. Partita brutta, che ha messo in mostra la solita squadra senza idee, gioco e forma fisica vista da quattro mesi a questa parte. Vittoria cinica e con pochi fronzoli quella della squadra genovese, ora a un solo punto dal quarto posto occupato dal Napoli.

I padroni di casa sembrano partire con il piglio giusto. Al 15′ viene annullato un gol a Keita per posizione irregolare. Al 27’ Roma ancora vicina al vantaggi, Gervinho avanza per vie centrali servendo Totti, capitano si libera sulla sinistra e con il mancino scarica a botta sicura ma la conclusione viene respinta facilmente da Viviano. La Roma tenta di disorientare gli avversari usando l’arma della velocità dei suoi avanti, Iturbe e Gervinho scambiano sull’asse centrale non trovando però la via della realizzazione. L’incontro poggia così su un ritmo lento e sterile, in cui i giallorossi di tanto in tanto si gettano oltre la metà campo in maniera confusionaria. Al 40’ Gervinho non sfrutta un’indecisione di Viviano, che su un retropassaggio trattiene troppo il pallone rischiando  di perderlo. L’episodio manda su tutte le furie l’Olimpico, che individua nell’atteggiamento dell’ivoriano tutta la poca volontà che i giallorossi sembrano profondere per larghi tratti dell’incontro. Prima dell’intervallo però l’ex giocatore di Lille e Arsenal tenta di rifersi con una progressione sulla sinistra che lo vede affondare nell’area blucerchiata e concludere con il sinistro, l’estremo difensore ospite è guardingo e manda in corner. La prima frazione di gioco termina a reti bianche, con i sonori fischi del pubblico romanista.

Gli uomini di Garcia tornano in campo evidenziando una certa paura, con il risultato che non si sblocca e i minuti che passano inesorabili. A 47’ Keita mette i brividi sulla schiena di Viviano deviando sottomisura una punizione proveniente da destra, la sfera sfila tuttavia nel campo per destinazione. La nullità tattica della Roma è un vero e proprio boomerang e al 60’ le se ritorce contro nella maniera più classica prevista dal calcio. Sugli sviluppi di un corner la Sampdoria si porta in vantaggio con De Silvestri, bravo a intercettare il pallone e, anche grazie alla complicità della difesa avversaria, girarsi sul piede perno e trafiggere De Sanctis. Al 69’ ci prova Torosidis a ristabilire le distanze, ma il suo destro dal limite termina abbondantemente alto sulla traversa, ma al 77’ arriva il gol che chiude il match e fa sprofondare la Roma nella crisi. I blucerchiati si stendono in contropiede, trovando nella disarmante retroguardia romanista una fedele alleata. Eder scocca un destro che sbatte sul palo, Muriel può impossessarsi tranquillamente del pallone e battere in tranquillità a rete. Il tutto dura quasi un minuto, senza che gli uomini in maglia giallorossa riescano a bloccare la manovra doriana. A questo punto il match è virtualmente chiuso, con l’Olimpico che perde definitivamente la pazienza invitando i giocatori ad andare a lavorare per poi abbandonarsi a uno sconcertante e sconcertato silenzio. Keita si fa espellere per proteste, e forse è l’unico sussulto d’orgoglio della Roma di oggi. La panchina di Garcia vacilla e tra tre giorni arriva la Fiorentina per un incontro che potrebbe fungere da spartiacque per la squadra capitolina.

ROMA-SAMPDORIA 0-2

MARCATORI 60’De Silvestri, 77′ Muriel

ROMA De Sanctis, Torosidis (Ljajic), Astori, Mapou, Cholevas, Florenzi, Keita, Pjanic, Iturbe (Doumbia), Totti (Verde), Gervinho PANCHINA Lobont, Skorupski, Cole, Calabresi, Spolli, Paredes, Ucan, Pellegrini, Verde, Ljajic, Sanabria, Doumbia ALLENATORE Garcia

SAMPDORIA Viviano, De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Refini, Obiang, Palombo, Soriano, Eder, Okaka, Eto’o PaANCHINA Romero, Frison, Duncan, Correa, Djordjevic, Wszolek, Marchionni, Bergessio, Muriel ALLENATORE Mihajlovic

ARBITRO Calvarese di Teramo

AMMONITI Obiang, Palombo, Silvestre (S), Astori, Keita (S) ESPULSO all’80’ Keita per proteste

DICHIARAZIONI CONFERENZE STAMPA GARCIA E MIHAJLOVIC

E’ chiaramente un Sinisa Mihajlovic raggiante quello che si presenta nella sala stampa dello stadio Olimpico 

“Sapevamo che sarebbe stata difficile, dato che la Roma non vince in casa dal 30 novembre. Abbiamo interpretato bene la gara, capendo quando difendere e quando osare in attacco, anche considerando la stanchezza della Roma in virtù del doppio impegno europeo. E’ una vittoria del gruppo”.

“Abbiamo un ciclo difficile ora, che è molto stimolante per chi è ambizioso come noi. Queste gare ci diranno dove possiamo arrivare. Se non vincessimo domenica contro l’Inter, ad esempio, questa vittoria sarebbe già meno importante. Vedremo dove saremo tra 4-5 settimane”.

“Non volevamo giocare con i lanci lunghi, ma con la palla tra le linee. Non ci siamo riusciti allora abbiamo cercato di giocare sopra la metà campo, per capire che non siamo venuti qua nel ruolo di vittime”.

“Questa è una delle vittoria più belle, anche se la più bella spero debba ancora arrivare. Queste partite le vince chi ci crede ed è convinta di ciò che fa. Oggi siamo stati bravi, ma è solo una gara che porta tre punti come le altre. Dobbiamo continuare su questa squadra”.

Diversamente dal tecnico doriano, l’allenatore della Roma Garcia appare tirato ma deciso.

“Abbiamo giocato bene un’ora senza però avere successo nelle giocate offensive e loro sono passati alla prima occasione, anche grazie ai nostri errori. La gara diventa ancor più difficile poi dopo l’espulsione di Keita, che secondo me era evitabile. Ovviamente c’era anche un po’ di stanchezza dopo la gara di giovedì a Firenze. Dobbiamo saperci rialzare già dalla partita di Europa League”.

“Dobbiamo vincere in campionato per non rischiare il secondo posto. Il nostro percorso attualmente ha troppi pochi punti. Tuttavia finchè abbiamo delle occasioni vuol dire che la squadra gioca, per questo sono tranquillo. Torneremo a segnare. I tifosi hanno ragione a fischiare, sta a noi fargli cambiare idea. Per questo la gara di giovedì è fondamentale”.

“Ovvio che il mercato di gennaio influisca, soprattutto per il ritardo con cui è stato effettuato. Però bisogna guardare avanti, non abbiamo perso nulla. Stasera abbiamo preso un bello schiaffo, ma a volte più essere salutare. Ovvio che le critiche aumentino, ma io non sarò mai un peso per questa società. Darò tutto fino alla fine per centrare gli obiettivi”.

Gli highlights di Roma-Sampdoria

https://video.sky.it/sport/highlights-serie-a/romasampdoria_02/v235182.vid

  •   
  •  
  •  
  •