Roma Juve mister Allegri in conferenza stampa: “Partita non fondamentale, Vidal e Pogba ok. Roma? Pochi punti deboli”

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

Roma Juve

Roma Juve, la sfida al vertice del campionato italiano sta per arrivare, mancano poco più di 24 ore. Di poco fa le parole  in conferenza stampa di Massimiliano Allegri che ha fatto un resoconto su #RomaJuve. Juventus che va a Roma forte del vantaggio in classifica di +9 punti e consapevole che non sarà un gara facile soprattutto dopo le polemiche dell’andata. Allegri parla di una gara non fondamentale: “Sarà una partita importante per il campionato, ma non decisiva, anche se per noi sarà fondamentale per mantenere lo scontro diretto a favore. La Roma ha pochi punti deboli e nella partita secca i valori si azzerano. Non dobbiamo lasciare neanche un centimetro a livello fisico, tattico tecnico e mentale. Domani sarà una bella partita, sono due squadre tecniche”.
Come stanno Vidal e Pogba?
“Valuterò Pogba e Vidal oggi pomeriggio. Altrimenti abbiamo tante alternative. Potrei giocare anche con due centrocampisti: dipenderà dall’allenamento di oggi pomeriggio. Vidal ha preso solo una botta quindi più facile che sia recuperato rispetto a Pogba, non posso rischiare di perdere un giocatore per più di un mese. Già abbiamo perso Pirlo. Comunque sia non sarà emergenza, se saranno disponibili giocano, altrimenti giocheranno Marchisio, Sturaro, Padoin. Oppure giocheremo con un centrocampista in meno o a anche due. Il trequartista è una possibilità, ma non ho ancora deciso come giocheremo domani”
Per l’attacco?
“Per quanto riguarda l’attacco Matri sta abbastanza bene, Coman è cresciuto molto. Morata si sta abituando a giocare ogni tre giorni e sta crescendo, non è il giocatore di tre mesi fa . Llorente decisivo contro l’Atalanta. Ho un parco attaccanti importante, faranno molti gol da qui alla fine”.
La Roma sta meglio dopo la vittoria in Europa?
“Complimenti a tutte le italiane che hanno passato il turno di Europa. Questo è un grande risultato per il calcio italiano visto che è sempre stato messo a confronto con i campionati stranieri e denigrato. Sono passati 3 mesi dalla gara d’andata, dopo la gara di domani ci saranno ancira 13 partite e 39 punti. Il Napoli si sta avvicinando, per la quota scudetto mancano tante gare ancora. Domani sarà una bella partita, tra due squadre che hanno dato vita in questi anni ad un bel duello. Verrà fuori una bella partita”.

  •   
  •  
  •  
  •