Roma Juventus, Rudi Garcia: “Campionato chiuso? Pensiamo a difendere il secondo posto”

Pubblicato il autore: Emanuele Angelini Segui

Rudi Garcia

È un Rudi Garcia tutto sommato sereno quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport al termine di Roma Juventus. Il pareggio all’Olimpico, con tutta probabilità, rischia di mettere definitivamente la parola fine alle speranze giallorosse di scudetto; ma a riguarda il tecnico francese preferisce non esprimersi: “Campionato chiuso? Restano ancora 13 partite. Noi però dobbiamo difendere il secondo posto, così come abbiamo fatto stasera guadagnando un punto sulla terza in classifica. Solo in questo modo potremo cercare di attaccare il primo posto. Ci riproveremo il prossimo anno per lo scudetto? Abbiamo ancora diverse partite da giocare – dice Rudi Garcia sorridendo – alla prossima stagione penseremo in seguito”.‏

Per quanto riguarda l’analisi del match Rudi Garcia si è detto molto soddisfatto della reazione dei suoi che, in svantaggio di una rete e in inferiorità numerica, sono riusciti a strappare il pari:  “Partita molto tattica, lo sapevamo che poteva essere decisa dai calci piazzati e così è stato, anche perché non ci sono state molte occasioni importanti: i due portieri non hanno praticamente toccato mai palla. Nel primo tempo abbiamo tenuto molto il possesso ma abbiamo manovrato poco e contro avevamo una squadra con una difesa fortissima, lo sapevamo. La reazione della mia squadra dopo il gol subito è stata importante, perché giocare in dieci non era facile ma noi lo abbiamo fatto e anche bene. Ho azzeccato i cambi? I meriti sono dei calciatori, non degli allenatori. Nainggolan, Iturbe e Florenzi sono entrati bene e hanno fatto davvero un’ottima partita”.

A chi gli chiede della ragione per la quale la sua Roma si è sbloccata solo dopo il gol subito Rudi Garcia risponde così: “Non saprei, a quel punto bisognava comunque prendersi dei rischi perché stavamo perdendo, quindi ho inserito un centrocampista e due attaccanti. I ragazzi ci hanno creduto fino alla fine. Peccato non aver segnato il secondo gol che meritavamo per quanto fatto vedere nell’ultima mezz’ora”.

Infine, gli riferiscono che Keita (il migliore in campo dei giallorossi) ha dichiarato che la principale differenza che c’è al momento tra la Roma e la Juventus è la fiducia. Rudi Garcia è d’accordo: “Concordo con Seydou. Veniamo da un momento in cui pareggiavamo tanto anche in casa. La squadra quando riceve l’appoggio e il sostegno di tutti può essere solo in fiducia. Quando, invece, arrivano rimproveri e critiche la fiducia un po’ si perde e si rischia meno”.

  •   
  •  
  •  
  •