Cessione Milan: c’è un terzo acquirente oltre a Mr Bee e Mr Lee

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

cessione Milan

Mentre lo spogliatoio del Milan si spacca dopo la sconfitta di Udine (Filippo Inzaghi avrebbe definito “indegni” i giocatori che, capitanati da Nigel De Jong, lo hanno accusato di non sapere allenare), continuano le trattative per la cessione del club. Al momento l’acquirente più accreditato per l’acquisto della società è il thailandese Bee Taechaubol (Mr Bee), che è sbarcato ieri a Milano per incontrare Silvio Berlusconi. La cordata guidata da Richard Lee (Mr Lee) risulta in leggero ritardo sul concorrente ma tra i due acquirenti pare ne sia spuntato un terzo e di un peso non indifferente dal punto di vista politico. 

Cessione Milan: si fa avanti anche Xi Jinping

Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, ci sarebbe un nuovo acquirente per il Milan. In occasione dell’assemblea dei soci Mondadori, il numero uno del gruppo editoriale Marina Berlusconi aveva dichiarato che attorno alle trattative per la cessione del club erano circolate “cose inesatte e non vere” e ciò potrebbe riferirsi a questo nuovo personaggio. Il quotidiano romano afferma che il terzo interessato a scalare le quote della società di via Aldo Rossi è Xi Jinping, Segretario generale del Partito Comunista Cinese e Presidente della Repubblica Popolare Cinese. La cordata a cui fa capo il politico asiatico avrebbe l’intenzione di acquistare immediatamente il 70% del Milan per una cifra non meglio identificata e avrebbe già ottenuto un responso positivo da parte di Berlusconi. Qualche tempo fa si vociferava che l’ex Presidente del Consiglio a giugno appoggerà la candidatura della Cina come Paese ospitante del Mondiale di Calcio durante la premiazione delle squadre che hanno vinto più Champions League. Questi rumors potrebbero essere la conferma di una trattativa in atto fra il Milan e  Xi Jinping.

Cessione Milan: le ultime su Mr Bee

Mentre l’interessamento di Xi Jinping rimane nell’ambito delle voci, Bee Taechaubol sta affrettando i tempi per la chiusura delle trattative. Mr Bee, come riporta SportMediaset, avrebbe dichiarato che “il Milan è l’unica opzione“. “Non voglio acquistare nessun altro club, solo il Milan. Mi hanno offerto tre società inglesi, ma ho detto di no“, avrebbe detto l’imprenditore thailandese. Ieri pomeriggio Bee Taechaubol ha incontrato Berlusconi a Milanello e un nuovo incontro è previsto in giornata ad Arcore. Mr Bee dopo aver visto i conti della società pare abbia ridotto la sua offerta da 1,2 miliardi di euro a 780 milioni comprensivi dei debiti (il Milan pare abbia chiuso il bilancio per l’anno solare 2014 in rosso di 91 milioni circa). L’imprenditore thailandese pare voglia anche proporre una proroga di una decina di giorni alla scadenza del 30 aprile per completare il dossier sulla sua offerta. Per alcuni il clamore mediatico mosso da Mr Bee ha sempre più convinto Berlusconi ad accettare la proposta di Mr Lee. In caso di mancata cessione all’imprenditore thailandese, il leader di Forza Italia dovrebbe pagare una penale del 10% ma l’interesse nell’espandere il marchio Milan in Oriente da parte della cordata cinese pare sia considerato un punto importante per la scelta dell’acquirente a cui vendere. Nel frattempo, Xi Jinping rimane alle finestra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: