Citadin Eder: “Nessuno mi ha fatto sentire diverso”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

eder sampdoria napoli

 

Prima le polemiche, poi gli elogi. Sono stati giorni intensi e al centro dell’attenzione per Citadin Eder che ha saputo subito conquistare gli scettici al debutto in Bulgaria con una rete e un’ottima prestazione anche contro l’Inghilterra. Citadin Eder può davvero essere l’arma in più per una nazionale attualmente davvero pevera di fantasia in attacco: il giocatore è leader indiscusso nella Sampdoria targata Mihajlovic e sicuramente cercherà con i suoi goal di portare i blucerchiati verso un traguardo storico ed impensato ad inizio stagione.
Citadin Eder ai microfoni di Globoesporte.com ha parlato della sua esperienza maturata con la maglia della nazionale italiana: “La Nazionale? Sono molto contento per tutto quello che mi sta accadendo. Ho cominciato a credere in questa possibilità nel 2010 quando ho preso la doppia cittadinanza. Non ho dovuto nemmeno pensare alla possibilità di giocare per questa squadra, è stata un’emozione fortissima la chiamata di Conte”.
Riguardo alla polemiche sugli oriundi Citadin Eder ha così commentato: “Disapprovazione per il fatto che sono oriundo? Nessuno mi ha fatto sentire diverso dagli altri, a partire dall’allenatore. Sono qui da 10 anni e posso dirvi che ogni volta che verrò chiamato darò sempre il massimo per la maglia azzurra”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita
Tags: