Due gol di Chochev condannano il Genoa

Pubblicato il autore: Gabriele Mirabelli Segui

Falque

Una doppietta di Chochev, nel primo tempo, manda al tappeto un Genoa apparso poco lucido e a corto di idee. Quello del “Barbera”, al cospetto di un ottimo Palermo, capace di imporre ritmo e gioco nel primo tempo e di difendersi ordinato nella ripresa, malgrado la rete di Falque che aveva riaperto le sorti del match, è un ko pesantissimo per la squadra di Gasperini che vede allontanarsi sempre di più il sogno di centrare l’Europa. Primo tempo da dimenticare per i liguri, incapaci di trovare gli spazi giusti per creare grattacapi a Sorrentino. Decisamente meglio nella ripresa, ma non abbastanza per riuscire a trovare, dopo la rete di Falque, il gol del pareggio.

Partono forte i rosanero che, dopo appena 9’ di gioco, sono già in vantaggio grazie a Chochev, bravo a raccogliere una respinta di Lamanna (su precedente conclusione di  Rispoli) e, da due passi, depositare la palla in rete. Sulle ali dell’entusiasmo i rosanero continuano ad attaccare, soffre, invece il Genoa che al 19’ va vicino al pareggio: Niang vince due rimpalli, entra in area, ma sul suo sinistro, sporcato dal tentativo di chiusura di Chochev, è bravo Sorrentino a deviare. Dopo la doccia fredda iniziale, la squadra di Gasperini prende coraggio,  si proietta in avanti, lasciando, giocoforza, spazio alle ripartenze rosanero. Ed è proprio su un contropiede che, alla mezz’ora, i siciliani, che si confermano micidiali negli spazi, trovano il raddoppio: sgroppata di Dybala per l’accorrente Chochev che infila Lamanna sul suo palo. Gasperini prova a scuotere i suoi, cambiando anche la posizione degli attaccanti nel tentativo di rendere meno sterile una manovra fin qui sterile, ma le cose non cambiano e i rossoblù non riescono a rendersi pericolosi dalle parti di Sorrentino, l’unica occasione capita sui piedi di Perotti, servito alla perfezione dal giovane Mandragora, ma la conclusione del numero 10 rossoblù non inquadra lo specchio della porta.

Nella ripresa Gasperini inserisce Laxalt al posto di Mandragora, il Genoa si mostra subito più aggressivo rispetto a quello visto nella prima frazione di gioco e al 7’ accorcia le distanze con un rasoterra di Falque, lanciato sul filo del fuorigioco da Edenilson. È un Grifone decisamente diverso da quello del primo tempo, ma il Palermo tiene botta e al 20’ colpisce una traversa con una conclusione dai venti metri di Dybala.  Mossa di Gasperini al 24’ che manda in campo Lestienne, al posto Bergdich, nel tentativo di dare più sostanza all’azione d’attacco, il belga si mette subito in mostra con una percussione in area rosanero su cui è provvidenziale la chiusura in extremis di Rispoli. Ancora Lestienne pericoloso, al minuto 37’  con una conclusione dal limite, ma la palla sorvola la traversa della porta di Sorrentino. Il Genoa si riversa a testa bassa nella metà campo avversaria a caccia del gol del pari: ci provano Perotti , ancora Lestienne con una conclusione dal limite, e Laxalt, ma senza fortuna In pieno recupero un Gasperini infuriato per un (presunto) fallo in attacco di Pavoletti viene allontanato dal direttore di gara.

PALERMO  2

GENOA       1

RETI: p.t. 9’ e 30’ Chochev;  s.t. 7’ Falque

PALERMO: Sorrentino, Vitiello, Rispoli, Gonzalez, Laazar (s.t. 45’ Daprelà), Andelkovic, Rigoni, Chochev (s.t. 27’ Belotti), Jajalo (s.t. 14’ Bolzoni), Vazquez, Dybala. A disposizione:  Ujkani, Ortiz, Terzi, Milanovic, Della Rocca, Quaison, Maresca, Joao Silva, Makienok. All. Iachini

GENOA: Lamanna, De Maio (s.t. 35’ Pavoletti), Burdisso, Edenilson, Bergdich (s.t. 24’ Lestienne), Izzo, Perotti, Falque, Mandragora (s.t. 1’ Laxalt), Rincon, Niang. A disposizione:  Perin, Tambè, Gulli, Ghiglione. All. Gasperini

ARBITRO: Cervellera. Assistenti Tasso e Paganessi

NOTE: ammoniti Vitiello, Vazquez, Jajalo, Rincon, De Maio, Belotti

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,