Il Milan riabbraccia Akuetteh, che non vede l’ora di tornare in campo

Pubblicato il autore: Enrico Muntoni Segui

Akuetteh torna al Milan

Isaac ha riabbracciato il suo mondo. E il suo mondo ha ricambiato, gettandogli al collo decine di braccia. Lo aspettavano compagni, allenatori, preparatori atletici e dipendenti del Milan. Più semplicemente il mondo gli ha ricordato che Isaac è pieno di amici. Un metro e 90 di ragazzone Isaac fa Akuetteh di cognome. Ghanese, a maggio staccherà il biglietto dei 16 anni. Nell’agosto scorso il destino gli ha presentato una realtà tremenda.

destino — Con la bicicletta stava percorrendo una stradina parallela ai binari di Cadorago (Como). La musica nelle cuffie gli ha impedito di sentire il treno arrivare alle spalle. Inutile il segnale del macchinista, Isaac è stato scaraventato qualche metro più in là. Ha lottato con la vita, ha scansato la morte e ieri pomeriggio è tornato per la prima volta al centro sportivo delle giovanili milaniste. È tempo di sedersi in panchina per vedere un pezzo di allenamento. Gli occhi di Isaac inseguono il pallone. Pensi di tornare? “Vediamo – risponde guardandoti fisso negli occhi – Magari verso la fine dell’anno, a novembre o dicembre…”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata
Tags: