Juventus Fiorentina: l’origine della rivalità

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

juventus fiorentina rivalità

Serie A, domani sera il match della 33esima giornata di campionato tra Juventus e Fiorentina che si gioca allo JStadium di Torino, occasione questa per la squadra di Allegri che, con una serie di coincidenze di risultati di Lazio e Roma, potrebbe portarla a vincere il suo 4° scudetto di fila. Una gara che ha il sapore di rivalità, rivalità storica tra il club bianconero e i viola di Montella. Pare che tutto sia iniziato con un 11-0 inflitto nel 1928 da una Juventus contro una squadra viola che, arrivata in Serie A grazie a questioni politiche, era piena di dilettanti.  Ad infierire pare non siano stati solo i giocatori ma anche un giornale che titolò con ironia tutta toscana: “Firenze, un…dici nulla?”. I fiorentini da quel giorno in poi dichiararono rivalità alla Juventus. Negli agli anni ’90 poi c’è da ricordare lo storico trasferimento di Roby Baggio dalla viola alla Juventus, che i tifosi non presero bene, con contestazioni in città ed un episodio particolare che accadde in conferenza stampa: davanti ai giornalisti misero al collo di Baggio la sciarpa bianconera e lui la gettò via. Un gesto particolarmente imbarazzante. Proprio in quell’anno poi, la Juventus riuscì a battere la Fiorentina nella finale di Coppa Uefa.
Arrivando a tempi più recenti invece, un Juventus Fiorentina che nessuno mai dimenticherà è quel 3-2 dei bianconeri con lo spettacolare gol al volo di esterno destro di Alessandro Del Piero, che lui stesso definisce “il mio gol più bello”; era il 1994 e sullo 0-2 della Fiorentina al 75’, arrivò la doppietta di Vialli e quindi il gol più bello in assoluto di un ragazzino di 19 anni che da lì iniziò a scrivere la storia bianconera.

Ad oggi Juventus Fiorentina resta comunque una sfida tra rivali: l’anno scorso si affrontarono in Europa League, quest’anno in Coppa Italia ricordiamo tutti la “remuntada” Juve al Franchi: l’1-2 subìto allo Juventus Stadium è stato ribaltato da un 3-0 secco della Juventus contro la viola di Montella lo scorso 7 Aprile con le reti di Matri, Bonucci e Pereyra che hanno consentito alla squadra l’approdo in finale. Finale di Coppa Italia che potrebbe portare la Juve a vincere la “decima” contro la Lazio, altra finalista. Allegri ci tiene a vincerla, vuole la ‘decima’, anche perché sono più di vent’anni che il trofeo non si ferma a Torino; Montella dal canto suo, per la gara di domani sera, vuole provare a dare gioia ai tifosi sperando in un buon risultato in ottica Europa.  Ma in che condizioni arriva la Juventus a questo match dopo la sconfitta nel  derby? gli infortunati al box come Pogba ci sono sempre e condizioneranno la prestazione della Juventus soprattutto in ottica Champions per la sfida del 5 maggio a Torino contro il Real Madrid (info e prezzi biglietti li trovate qui), ma sappiamo che la Juve, anche nei momenti di difficoltà fa prevalere la forza del gruppo. Giorni e match importanti quindi che faranno capire il valore di questa squadra. Si pensa partita per partita, è la prossima è un classico di rivalità, Juventus Fiorentina.

  •   
  •  
  •  
  •